A Lugansk, nell’esplosione di un auto è morto uno dei locali capofila

Sabato mattina, 4 febbraio, a Lugansk è esploso il suv Toyota. Questo con riferimento a strutture militanti RIA «novosti».

«Intorno alle 8 del mattino esplosione in una delle strade in zona centro città. Testimoni oculari hanno riferito che soffiato suv marca Toyota», ha detto il portavoce.

Nell’esplosione è morto «l’assessore Popolare di polizia» organizzazione terroristica «LC» Oleg Анащенко. Su questo riferisce la risorsa militanti «Lugansk centro di informazione», con riferimento al «servizio stampa Popolare di polizia».

Ci hanno chiamato l’esplosione dell’attacco.

«Muoversi in auto per la strada 2-mi Rosso, accanto al numero civico 22, in conseguenza di minare l’auto marca Toyota, è morto il primo vice comandante di corpo Popolare di polizia di KIEV colonnello Oleg Vladimirovich Анащенко. Stabilito che la sovversione è stato prodotto da parte del conducente. L’aspetto e il carattere esplosivo dispositivo è installato», — ha riferito in ufficio separatista.

«Difesa di ufficio» organizzazione terroristica «LC» ritiene che la sovversione dell’automobile a Lugansk, è stato effettuato dal personale dei servizi di sicurezza ucraini. Su questa risorsa militanti «Lugansk centro di informazione», ha detto «il portavoce ufficiale Popolare di polizia» Andrea Марочко.

«Presumibilmente, di un attentato compiuto dai servizi segreti ucraini, con l’obiettivo di destabilizzare la situazione nel paese», ha detto.

«I clienti e interpreti di questo terribile atto terroristico troveremo, e che porteranno il meritato castigo», — ha assicurato Марочко.

Ricordiamo, a Lugansk con il mese di settembre 2016 un anno a oggi ha spazzato la serie di «arresti» e strane morti e sparizioni. Così, in precedenza, il 27 gennaio, a Mosca, è morto l’ex capo di un’organizzazione terroristica «LC» Valery Bolotov. I militanti hanno riferito che la morte è avvenuta per un attacco di cuore. Tuttavia, la sua vedova ritiene che sia stato avvelenato.

Il 6 agosto, il capo «ЛНРовцев» Igor Falegname sopravvissuto all’attentato. La sua auto privata minato sconosciuti.

Poco prima, il 19 settembre del 2016, a Mosca il Rublo è stato girato il fondatore l’organizzazione separatista filo-russo «Baluardo» di Eugene Zhilin, nella composizione di cui ha iniziato la sua attività illegale «ДНРовец» Alexander Zakharchenko. E alla vigilia di questo evento, il 18 settembre, si è appreso della morte «avvelenamento da funghi», ciò che è accaduto con i genitori Плотницокого in russo di Voronezh. Anche il Falegname ha annunciato la scomparsa del suo ex compagno di Tony Karjakin, che in precedenza ha guidato il cosiddetto «parlamento «LC».

Poi, il 21 settembre 2016, Falegname ha dichiarato di prevenzione «un altro tentativo di colpo di stato», dietro cui, ha detto, a Lugansk e dintorni presunto «doveva andare l’esercito ucraino». «Collega» . Zakharchenko poi ha commentato che «è anche qualcosa di approssimativo stata preparata». Inoltre, Zakharchenko ha confermato che mandava in aiuto della Zona a causa del «colpo di stato» illegale armata formazione «Sparta», guidato dal famigerato Motorola, il quale più tardi — 16 ottobre 2016 — ha fatto saltare in ascensore nel centro di Donetsk.

Più tardi nel mese di settembre 2016 «il sindaco» Rosso del Fascio (regione di Lugansk) Yuri Kondratenko ha esortato a «sostenere manuale popolare di polizia nella lotta contro казнокрадом Carpenteria». E prima di questo battaglione militanti»ЛНРовцев» «Fantasma». A. B. think Tank» ha dichiarato il rastrellamento da parte capofila «LC» penna sferica.




A Lugansk, nell’esplosione di un auto è morto uno dei locali capofila 04.02.2017

0
Февраль 4th, 2017 by