A seguito di russi attacchi aerei in Siria 26 novembre sono morte 53 persone — i difensori dei diritti umani

Domenica, 26 novembre, a seguito di attacchi aerei della federazione RUSSA per il villaggio di Al-Шафах nella provincia siriana di Deir-ez-Zor sono morte 53 civili. Lo ha affermato il con sede nel regno unito l’osservatorio Siriano per i diritti umani, ha riferito AFP.

Inizialmente segnalato 34 morti civili, ma questo numero è cresciuto. Tra le vittime – 21 bambino.

Il villaggio di Al-Шафах sulla riva orientale del fiume Eufrate controllano i terroristi dell’ISIS, attacchi aerei sono stati inflitti mattina del 26 novembre.

Inoltre, le truppe siriane hanno inferto colpi di insediamenti a Est Guta, in cui sono morte 25 civili.

Il conflitto militare in Siria è in corso dal 2011. In combattimento partecipano le forze di governo, l’opposizione, gli islamisti radicali, i curdi e militanti di «stato Islamico».

Nel mese di settembre 2014 l’operazione contro l’ISIS l’inizio della coalizione guidata dagli stati UNITI.

Nel mese di settembre 2015 al conflitto Russia unita. Nel mese di marzo 2016 Putin ha ordinato di iniziare il ritiro delle principali forze russe dal paese, tuttavia aeronautica raggruppamento della federazione RUSSA continua a colpire le posizioni delle forze che si oppongono ad Assad.

17 ottobre 2017 il ministro della difesa Russo Sergei Shoigu ha detto che l’operazione in Siria vicino al completamento. Secondo il quotidiano «Kommersant», le autorità russe vogliono ridurre il raggruppamento militare nel paese.

Il 22 novembre, il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin ha dichiarato che, sotto il controllo delle forze governative in Siria si trova oltre il 98% del territorio del paese.




A seguito di russi attacchi aerei in Siria 26 novembre sono morte 53 persone — i difensori dei diritti umani 27.11.2017

0
Ноябрь 27th, 2017 by