A Washington sull’Ucraina non ha dimenticato, ma che ricordano le condizioni di credito: nessuna riforma senza soldi

L’ambasciatore degli stati UNITI in Ucraina, Geoffrey Пайетт ha riferito che gli Stati Uniti sono pronti a fornire Ucraina terza linea di garanzie di credito da un miliardo di dollari, ma le condizioni di credito rimangono invariati. Su questo riferisce il canale tv 24.

«Vorrei dire termini di garanzie di credito. Il più importante è il principio, di cui ha parlato in conferenza stampa il primo ministro. In realtà, egli ha detto: non c’è riforma senza soldi», — citato Yatsenyuk l’ambasciatore degli stati UNITI.

Пайетт ritiene che la concessione di crediti deve servire da stimolo a continuare le riforme difficili.

«Ci auguriamo che la dichiarazione sulla concessione di garanzie di credito sarà una testimonianza di supporto, ma servirà da stimolo a continuare il duro processo di riforme», ha spiegato l’ambasciatore degli stati UNITI in Ucraina.

L’ex-ambasciatore degli stati UNITI in Ucraina, ora direttore della direzione per il controllo degli armamenti e l’iniziativa di non proliferazione dell’Istituto Brookings Stephen Пайфер nei commenti Укринформу ha sottolineato che, nonostante il fatto che durante la comunicazione il segretario di stato USA John Kerry con la russa il ministro degli esteri Sergei Lavrov nelle ultime settimane, si tratta esclusivamente sulla situazione in Siria, Washington continuano a concentrarsi sulla composizione del conflitto in Ucraina, tra cui, l’esecuzione della parte Минских accordi.

«Sì, la Siria si trova ora al centro dell’attenzione, ma questo non significa che Washington dimenticato di Ucraina», — ha detto l’esperto.

Ha accettato che la situazione in Siria è cambiata recentemente, a causa di un militare di attività di russi in questo paese. Ora il problema è quello di essere in grado di se Uniti e la federazione RUSSA trovare un percorso di comprensione reciproca.

«E’ molto molto difficile. Ma ancora una volta, non credo che gli stati UNITI cominciarono a prestare meno attenzione alla situazione in Ucraina», — ha sottolineato l’ex ambasciatore.

Allo stesso tempo, prevedere un ulteriore sviluppo ucraino domanda, Пайфер di non escludere il verificarsi di cartina dell’Europa Orientale ancora un cosiddetto «conflitto congelato» – ora in Transcarpazia.

«Purtroppo, quando guardo la situazione nella parte orientale dell’Ucraina a Donetsk e Lugano aree, a mio parere, lo scenario più probabile è il passaggio a «замороженному conflitto». E questo può accadere in un prossimo futuro», — ha detto l’esperto.

Egli ha sottolineato che, fino ad oggi, non si può parlare di piena esecuzione Минских accordi Russia e supportati da essa separatisti nella parte orientale dell’Ucraina.

«Non vedo cambiamenti, soprattutto di un cambiamento fondamentale», — ha sottolineato Пайфер, discutendo gli approcci generali di Mosca alla soluzione del conflitto.

A questo proposito, egli ha osservato che la decisione di cessate il fuoco è stata la «tattica passo», tuttavia, secondo lui, la Russia dovrebbe fare molto di più.

Il governo dell’Ucraina nel mese di maggio 2015, ha firmato un accordo con il governo degli stati UNITI su come ottenere il nostro paese garanzie di credito per 1 miliardo di dollari attraverso una dichiarazione sulla concessione di un prestito di 2 miliardi di dollari, il cui importo può essere aumentato ancora di 1 miliardo di dollari in caso di esito positivo riforme in Ucraina.

Inoltre, durante l’estate del 2015, il presidente dell’Ucraina Poroshenko in un incontro con il ministro del commercio degli stati UNITI Penny Pritzker ha detto che investire ora in Ucraina è molto vantaggioso. A sua volta il primo ministro dell’Ucraina Arsenio Yatsenyuk ha invitato gli investitori americani a partecipare a una privatizzazione di oggetti di proprietà dello stato di Ucraina, prevista per il secondo semestre del corrente anno. Pritzker più tardi ha risposto che guida il paese ha l’intento di fornire Ucraina terzo miliardi di una carta di garanzia.

Si noti che, particolare preoccupazione dell’Occidente provoca l’incapacità delle autorità ucraine iniziare a pieno regime Nazionale anti-corruzione di presidenza dell’Ucraina (BBY), a causa di ciò, secondo il suo presidente di Artem Сытника, sotto la minaccia è l’introduzione di un regime senza visti con l’UE, secondo il premier Арсения Yatsenyuk — la nuova tranche del FMI.




A Washington sull’Ucraina non ha dimenticato, ma che ricordano le condizioni di credito: nessuna riforma senza soldi 29.10.2015

0
Октябрь 29th, 2015 by