Agenzia art: storica riconciliazione con la Polonia dovrebbe essere «più деполитизировать»

Storica riconciliazione di Ucraina e Polonia, è necessario il massimo деполитизировать, ora la sua parola da dire gli storici e il pubblico. Lo ha detto il capo dell’Istituto della memoria nazionale , Vladimir agenzia art, riporta Cnet.

L’istituto polacco di нацпамяти: la Riconciliazione deve avvenire sulla base di verità

«Storica riconciliazione bisogno di più деполитизировать. Tutto quel che c’era da parte di politici in questo settore, già fatto in passato. E ogni volta sollevare il tema di perdono reciproco a livello politico — screditare in generale l’idea di riconciliazione», ha dichiarato.

Agenzia art ricordato che nel 2003 sono state fatte dichiarazioni comuni a livello di presidenti di entrambi i paesi, anche suonato le dichiarazioni rilevanti a livello di parlamenti.

«Ora, questo problema può essere diviso in due aspetti: gli storici devono continuare la discussione, anche a caldo. A sua volta il pubblico deve funzionare in un contesto di reciproco perdono», ha sottolineato.

Per convincere il capo CDI, le parti dovrebbe arrivare a capire che l’unica forma possibile di riconciliazione è «perdoniamo e chiediamo perdono, altrimenti i risultati non saranno».

Ultimamente tra la Polonia e l’Ucraina, cresce la tensione di valutazione storica Volyn tragedia. Nel mese di settembre Ucraina e Polonia hanno concordato una collaborazione di storici, finalizzata alla conciliazione tra ucraini e polacchi i popoli.

Inoltre, i deputati hanno adottato una dichiarazione della Verkhovna Rada dell’Ucraina «con L’adozione del Senato e dal Sejm della Repubblica di Polonia sentenze del 7 luglio 2016 e il 22 luglio 2016 di valutazione polacco-ucraino conflitto negli anni della Seconda guerra mondiale», in cui ha offerto Polonia smettere di politicizzare le tragiche pagine ucraino-polacco della storia.

In precedenza il presidente ucraino Petro Poroshenko ha invitato a non politicizzare il passato storico e ha sottolineato che non si può permettere di dominare anti-ucraino o антипольским stati d’animo, da cui vince il terzo paese aggressore.

Ricordiamo che nel mese di ottobre 2016 Verkhovna Rada ha adottato collaborazione con dal sejm polacco dichiarazione di memoria e di solidarietà. Nel documento si parla di un grande storico sacrificio dei popoli di Polonia e Ucraina per proteggere la libertà e l’indipendenza.

L’istituto polacco di нацпамяти: la Riconciliazione deve avvenire sulla base di verità

Polonia e Ucraina non se ne vanno da problemi di storia, tuttavia reciproca riconciliazione deve avvenire sulla base di verità. Questa opinione è stata espressa dal Presidente dell’Istituto della memoria nazionale (IPN) Polacco Jaroslav Шарек in commenti Укринформу.

«Il fondamento della riconciliazione tra i popoli, che prima erano in un acuto conflitto, è vero. Abbiamo avuto la tragedia della Seconda guerra mondiale e l’occupazione tedesca. Le ferite del popolo polacco oggi guariscono, ma questo processo deve basarsi sulla verità, e se ci sono stati alcuni reati, questo è stato necessario chiamare i reati o di genocidio. È un processo doloroso, ma non c’è altro modo per unire», — ha detto Шарек.

Egli ha osservato che l’interpretazione di determinati eventi rimarrà sempre la differenza tra i due paesi.

«Ma questo non nega la possibilità di elezione di noi quegli elementi storie che ci uniscono», — ha sottolineato il ministro polacco IPN.

Il presidente IPN ha sottolineato che la problematica Volyn e informazioni su questi tragici eventi nella società polacca più comune e provoca molte più emozioni che in Ucraina.

«Ma abbiamo bisogno di ricordare che quando abbiamo agito insieme, e ci insegna la storia, il nostro futuro era meglio», — ha sottolineato il ministro polacco IPN.

A suo parere, il tema di una storia complessa in ucraino-polacco rapporto non può rimanere senza l’attenzione dei politici polacchi, poiché questo richiede l’opinione pubblica del paese.

Шарек anche convinto che da problemi di storia dell’Ucraina e della Polonia non si può scappare.

«Nel giro di pochi decenni i tedeschi hanno cercato di allontanarsi da alcuni temi storici. Anche noi in Polonia sono fuggiti da certi temi, perché pensavamo che, successivamente, non sarà effettuata la discussione e non ci saranno problemi. Ma ora ci rendiamo conto che è una strada verso il nulla, perché nelle generazioni successive questi problemi tornano con ancora più forza» — ha dichiarato Шарек.




Agenzia art: storica riconciliazione con la Polonia dovrebbe essere «più деполитизировать» 06.02.2017

0
Февраль 6th, 2017 by