AMC esplora la concorrenza sul mercato dei negozi duty free in Ucraina

Il comitato monopoli di Ucraina (ACU) effettua la vigente procedura per l’ottenimento di autorizzazioni per l’apertura e il funzionamento di un negozio duty free, la facilità di accesso al mercato duty-free, e anche le regole della vendita di beni di questi negozi. Lo ha riferito l’ufficio stampa del regolatore.

Secondo il rapporto, ACU fino al 4 agosto conducendo un sondaggio per i partecipanti al mercato, gli esperti e le parti interessate sull’ambiente competitivo nel settore del commercio di duty free.

«Il comitato nell’ambito della ricerca raccoglie proposte di possibili attività, compresi i cambiamenti nei regolamenti che disciplinano le attività su un determinato mercato, l’accettazione o il versamento di cui è necessario per risolvere i fattori che ostacolano lo sviluppo della concorrenza sul mercato», si legge nel messaggio.

Come ha scritto sulla sua pagina Facebook stato autorizzato AMC Agia Загребельская, l’esame di questo problema regolatore iniziato con una denuncia, che ha portato alla ricerca di tutto il mercato duty free.

«Molto è stato soddisfacente, pubblicazioni in MEDIA, critici esistente l’ordine di accesso di soggetti economici sul mercato duty free negli aeroporti e aerei da crociera. Lamentato l’abuso e la corruzione, la monopolizzazione del mercato e la discriminazione dei partecipanti, regole obsolete e procedure opache e molto altro ancora», ha scritto Загребельская sulla sua pagina.

Come riportato, il 24 novembre del 2015, la Verkhovna Rada dell’Ucraina ha respinto un progetto di legge che autorizza il lavoro di negozi duty-free e duty free non solo nelle aree di partenza, ma anche nei punti di passaggio attraverso il confine di stato nelle aree arrivi all’ingresso dei cittadini in paese. Secondo la legge attuale, negozi duty-free possono essere posizionati solo nelle aree di uscita dall’Ucraina.

Gli autori del disegno di legge di sottolineato che la mancanza di cittadini l’opportunità di utilizzare i servizi di negozi duty free all’ingresso di Ucraina impone loro di acquistare beni, uscendo dal territorio dell’Ucraina con la conseguente loro importazione in caso di ritorno o l’acquisto di tali prodotti nei negozi duty free sul territorio di altri stati, lasciando lì notevoli mezzi finanziari.

Allo stesso tempo, il Ministero delle finanze ha dichiarato che l’adozione di questa legge porterà inevitabilmente alla nascita di diversi schemi di evasione fiscale in relazione con la possibile importazione in Ucraina residenti del paese di quantità significative di una varietà di prodotti stranieri, ma anche a ridurre i dazi doganali nel bilancio dello stato.

Negozi duty-free nelle aree arrivi operano in più di sessanta paesi nel mondo, tra cui stati UNITI, Canada, Australia, EMIRATI arabi uniti, Corea del Sud, Iraq, sud africa, Azerbaigian, Turchia, ma anche in diversi paesi europei.




AMC esplora la concorrenza sul mercato dei negozi duty free in Ucraina 06.07.2016

0
Июль 6th, 2016 by