Ariani sulla dichiarazione Jagland: Queste confidenze possono rivoltarsi contro il segretario generale del Consiglio d’Europa

Dichiarazione del segretario generale del Consiglio d’Europa Thorbjørn Jagland di considerare l’organizzazione di una domanda di annullamento di sanzioni nei confronti della Federazione Russa può rivoltarsi contro di lui, ha scritto su Facebook il deputato del Blocco di Pietro Poroshenko, membro della delegazione Ucraina in seno all’assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), Vladimir Ariani.

«La sindrome di stoccolma o virus Аграмунта (l’ex presidente PACE Pedro Аграмунт. – «GORDON»)? Ma le maschere derubati. Il segretario generale del Consiglio d’Europa Jagland apertamente per il ritorno della Russia in PACE senza l’esecuzione di risoluzioni. Se questo accade, allora, a mio parere, la delegazione ucraina non c’è più niente da fare, perché da quel momento tutte le risoluzioni dell’assemblea perderanno di significato a causa di auto-distruzione», ha sottolineato.

Secondo gli Ariani, non il fatto che la PACE «ci crede manipolazione Jagland», che da tempo è impegnata a ridurre l’impatto dei parlamentari del Consiglio d’Europa, attraverso screditare il suo organo di rappresentanza. Egli ha sottolineato che in questa materia la Russia è «uno strumento molto utile».

«Tuttavia, mentre queste confidenze possono rivoltarsi contro il segretario generale del Consiglio d’Europa, perché i viaggi e le trattative di cui si parla nell’articolo del Financial Times, non gli hanno dato il mandato né in seno all’assemblea Parlamentare, né del comitato dei ministri», ha scritto Ariani.

https://www.facebook.com/volodymyr.ariev/posts/1702213886508127



Ariani sulla dichiarazione Jagland: Queste confidenze possono rivoltarsi contro il segretario generale del Consiglio d’Europa 27.11.2017

0
Ноябрь 27th, 2017 by