Бабченко: Se Putin rimarrà opzione, come il suo amico Gheddafi, si preme il pulsante nucleare, perché è meglio morire con la musica e con il mondo, di uno in una fogna

Il presidente russo Vladimir Putin è in grado di fare clic su il pulsante nucleare. Su questo programma «БАЦМАН» capo redattore edizione di «GORDON», Più Бацман sul canale «112 Ucraina», ha riferito militare russo giornalista Arkady Бабченко.

«Penso che forse… Quando capisci che non ti rimane un’opzione, come il tuo amico e compagno di Gheddafi (morto per mano dei ribelli nel 2011 il dittatore libico Muammar Gheddafi. – «GORDON»), allora, mi sembra, è meglio morire con la musica e insieme con tutto il mondo, di uno nelle fogne», – ha detto Бабченко.

Il giornalista ha osservato che quattro anni fa nessuno e non riuscivo a immaginare che i carri armati russi in giro per le città ucraine.

«Me in Russia ritengono allarmista e pessimista, e se nel 2013 ho detto che i carri armati russi saranno rivestire di ferro la città ucraina, mi avrebbe detto: «Tutti, fratello, andiamo in un ospedale psichiatrico, sei fuori di testa è andato». Ora viviamo in realtà, quando i carri armati russi утюжат città ucraine, quando la Russia ha attaccato in Ucraina. Quattro anni fa nessuno avrebbe potuto immaginare. Quindi il mondo in cui c’è questa persona che egli rappresenta, come vede il mondo intorno a te, quello che gli danno informazioni, non sappiamo e non possiamo entrare nella sua testa», – ha sottolineato Бабченко.

A suo parere, Putin è pronto e alla guerra, pronto e alla morte, e alla omicidi.

Бабченко: Aperta aggressione di Putin in Ucraina oggi è uno dei più probabili scenari. Leggi l’intervista completa

A Stoccolma, l’istituto di studi per i problemi della pace (SIPRI), ha scoperto che nel 2016 nel mondo c’erano 15 395 testate nucleari. Nel 2015 il loro numero era di circa 15 850 pezzi. Allo stesso tempo la quota della federazione RUSSA e gli stati UNITI rappresentano il 93% del totale delle armi nucleari in tutto il mondo – 7290 e 7000 testate rispettivamente.

In precedenza nel mese di marzo 2015 documentario «la Crimea. La strada di Casa», il presidente Russo Vladimir Putin ha detto che dopo gli eventi in Piazza l’esercito russo era pronta a qualsiasi sviluppo di eventi, tra cui la squadra di guida in stato di allerta le forze nucleari.

Il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha sottolineato che le dichiarazioni retoriche della Russia sulle armi nucleari causano profonda preoccupazione.




Бабченко: Se Putin rimarrà opzione, come il suo amico Gheddafi, si preme il pulsante nucleare, perché è meglio morire con la musica e con il mondo, di uno in una fogna 02.11.2017

0
Ноябрь 2nd, 2017 by