«Ci riserviamo il diritto alla risposta». Il dipartimento di stato ha criticato la decisione della Russia di espellere i diplomatici americani

La decisione di espellere i diplomatici americani delle missioni a Mosca e Ekaterinburg dimostra che la Russia non è interessata al dialogo con gli stati UNITI. Questo in una conferenza stampa a Washington il 29 marzo ha dichiarato un portavoce del dipartimento di Stato Heather Нойерт. La registrazione di un briefing pubblicato su YouTube-il canale di Donald Trump speeches & ргеѕѕ conference.

«Per il russo, la risposta è no spiegazioni. Le nostre azioni sono state interamente dettate attacco contro il Regno Unito, il cittadino britannico e sua figlia. Ricordate, questo è il primo caso di applicazione nervino agente di «Principiante» in tempo di pace, sul territorio del nostro alleato», – ha detto Нойерт.

A suo parere, i 28 paesi partner del regno unito hanno giustificato la decisione di espellere 153 «spie russe» dei diplomatici.

«A quanto ho capito, la Russia prevede di prendere misure di ritorsione contro i 28 paesi che hanno espresso solidarietà con la gran bretagna. È la continuazione di un percorso di auto-isolamento, iniziato negazione coinvolgimento attacco chimico. Stiamo studiando i dettagli prese la Russia e misure riserviamo il diritto di rispondere», ha affermato Нойерт.

Il 29 marzo, il ministero degli esteri Russo ha annunciato di esclusione 58 diplomatici dell’ambasciata degli stati UNITI a Mosca e a due dal Consolato generale a Parma. Inoltre, ha annunciato la chiusura americana Consolato generale a San Pietroburgo.

Mosca ha nominato è andata passo su indicazione del presidente degli stati UNITI Donald Trump di espellere dal paese di 60 diplomatici russi e di chiudere il consolato Generale della federazione RUSSA a Seattle.

Così Uniti il 26 marzo ha espresso sostegno per il regno unito a causa di avvelenamento a Salisbury ex dipendente GRU della federazione RUSSA, Sergei Skripal e di sua figlia, che il 4 marzo è stato ricoverato con i sintomi di avvelenamento.

L’inchiesta ha rivelato che durante l’attentato è stato utilizzato sviluppato in Russia nervino agente «Principiante».

14 marzo le autorità della gran Bretagna ha annunciato l’espulsione 23 diplomatici russi, e anche la sospensione previste contatti bilaterali con la federazione RUSSA.

Il 17 marzo la Russia ha annunciato di persona non grata 23 diplomatici britannici.




«Ci riserviamo il diritto alla risposta». Il dipartimento di stato ha criticato la decisione della Russia di espellere i diplomatici americani 30.03.2018

0
Март 30th, 2018 by