Compagnie aeree «перетасовывают» gli equipaggi a causa di антимигрантского del decreto Trump. Starbucks aiuterà rifugiati lavoro

Alcune compagnie aeree del mondo stanno rivedendo la composizione degli equipaggi per i voli negli stati UNITI a causa del divieto di ingresso nel paese di cittadini provenienti da Iraq, Iran, Yemen, Libia, Siria, Somalia, Sudan per 90 giorni. Su questo riferisce il Daily Mail.

Starbucks promette di assumere 10 mila rifugiati

In particolare si tratta di Emirates Airline (EMIRATI arabi uniti, Dubai), occupa il primo posto nel mondo per volume di passeggeri internazionali del trasporto aereo. I suoi aerei ogni giorno volano in 11 città americane. La compagnia aerea ha dovuto escludere i cittadini «proibiti» stati di numero di piloti e assistenti di volo su aerei diretti negli stati UNITI.

L’altra Etihad Airways (EMIRATI arabi uniti, Abu Dhabi) ha sottolineato che attualmente il divieto non riguarda i suoi dipendenti, ma lei prende le misure per prevenire il verificarsi di problemi nelle prossime settimane, scrive Reuters.

Qatar Airways ha rifiutato di commentare circa l’effetto di un divieto, anche se sabato sul sito della società scaduto, la dichiarazione che i passeggeri devono avere una carta verde o diplomatica il visto per l’ingresso negli stati UNITI.

Inoltre, la compagnia aerea dell’Europa, dell’Asia e dell’Africa sono costretti a rifiutare l’ammissione a bordo i passeggeri, i cittadini di stati, che ricadono sotto il divieto.

Le compagnie aeree possono anche perdere una parte del profitto. Secondo il Ministero della sicurezza nazionale degli stati UNITI, circa 350 mila turisti dall’Iran hanno visitato gli Stati Uniti nel 2015.

Starbucks promette di assumere 10 mila rifugiati

Una famosa catena di caffetterie Starbucks Corp prevede di entro cinque anni assumere circa 10 mila rifugiati per il lavoro in 75 paesi. Su questo ha detto il ceo di Starbucks Howard Schultz, informa la Reuters.

In una lettera inviata ai dipendenti di Starbucks, Schulz ha promesso di fare tutto il possibile per sostenere i lavoratori colpiti.

Secondo Schulz, la società inizierà ad assumere rifugiati negli stati UNITI, e in un primo momento si mette a fuoco il lavoro di persone che hanno lavorato con l’esercito americano traduttori e personale di servizio.

Inoltre, ha esortato i clienti di non portare armi in un bar e non iniziare conversazioni riguardanti le relazioni interrazziali.

Schulz ha anche sottolineato che in caso di cancellazione della legge sull’disponibile assistenza medica, conosciuta come Obamacare, e la perdita di lavoratori assicurazione sanitaria, a loro sarà data la possibilità di farlo attraverso Starbucks.

Come riportato, Donald Trump , il 27 gennaio, ha firmato il decreto, secondo il quale l’azione del programma degli stati UNITI per l’accoglienza dei rifugiati è sospesa per un periodo di 120 giorni.

Ufficio delle nazioni unite per i rifugiati e l’organizzazione Internazionale per le migrazioni hanno invitato l’amministrazione Trump continuare a fornire asilo e rifugiati. Americani i difensori dei diritti umani si sono già rivolti al tribunale.




Compagnie aeree «перетасовывают» gli equipaggi a causa di антимигрантского del decreto Trump. Starbucks aiuterà rifugiati lavoro 30.01.2017

0
Январь 30th, 2017 by