Da Chisinau non può volare via il figlio di la russa, il procuratore generale – MEDIA

L’aereo figlio procuratore generale della federazione RUSSA Yuri chaika, un uomo d’affari di Igor Gabbiani, прилетавшего a Chisinau a trattative d’affari, non può tornare in Russia. Su questo, citando fonti del governo della federazione RUSSA ha dichiarato: «Kommersant».

È noto che l’autorizzazione alla partenza il Gabbiano non danno le autorità della Moldova.

Per lo stesso motivo volare via da Chisinau non può volo charter, a bordo della quale si trova un gruppo di uomini d’affari russi e quattro rappresentanti del protocollo vice primo ministro Dmitry Rogozin.

L’aeromobile della compagnia aerea S7 con se Rogozin, che si stava dirigendo in Moldavia, non hanno perso il potere in Ungheria e Romania.

Rogozin ha detto che le rumene, le autorità hanno messo in pericolo la vita dei passeggeri di un aereo, aggiungendo: «e Attendere la risposta, rettili».

Il 25 luglio il presidente Moldavo Igor Dodon ha riferito che il vice premier della federazione RUSSA vola a Chisinau venerdì, 28 luglio e sabato andranno in непризнанную repubblica di Transnistria.

Rogozin inserito nella lista delle sanzioni UE. In Ucraina ha anche dichiarato persona non grata.




Da Chisinau non può volare via il figlio di la russa, il procuratore generale – MEDIA 29.07.2017

0
Июль 29th, 2017 by