Da un rappresentante Medvedchuk a Bari hanno richiesto di riconoscere l’aggressione russa. Lo hanno salvato alcuni equipaggi della polizia

Su iniziativa Del dipartimento guidato da Viktor Medvedchuk filo-russo dell’organizzazione pubblica «Ucraino scelta» lunedì 6 febbraio 2017, doveva si terrà la conferenza, in cui è previsto di discutere firmato la legge. Conferenza e non destinata a iniziare, così come nella hall di fronte a una sala conferenze di un leader locale della cella SW e deputato del consiglio regionale Maxim Невинчаного già aspettando gli attivisti, «Azov», «il settore Destro» e i partecipanti ATO, informano Novit-N.

La conversazione fin dall’inizio è andato a «l’acropoli»: «Azov», ha accusato Невинчаного di lavoro in Russia e con Putin. Rappresentante SW cercato di evitare di parlare su questo argomento, tuttavia, gli attivisti chiedono a gran voce di ha confermato che a est c’è la russia di aggressione.

Quando i partecipanti al dibattito previsto cercato di lasciare la sala, i ragazzi bloccato loro la strada. Невенчанного messi all’anello e non è stato pubblicato, chiedendo ответетов alle domande.

«Non voglio parlare con Voi. Mi picchia», rispose con questo Невинчаный, anche se di domande di questo genere configurati i giovani nessuno lo ha battuto. Era una cotta, schiacciamento, ma lotta con il disegno urti e lesioni personali, a giudicare dal video, nel senso della parola non c’era.

Inoltre, Невинчаного chiesto di spiegare l’attività Medvedchuk, in particolare presumibilmente il fatto che egli «запревляет» militare italo-terroristici di truppe.

Secondo i convenuti, tra i quali erano compresi quelli i cui cari sono morti nella zona di ATO.

Dopo un lungo periodo discuterne Невенчанного derivato dalla costruzione di нескольо personale di pattuglia della polizia. La violenza contro al nazional-patrioti che non si applicava.

Ricordiamo, nell’autunno del 2016 Невинчаный era nel bel mezzo di uno scandalo con una dimostrazione di studenti dell’università Nazionale del nome Sukhomlinsky provocatorio film «Coloro che sono venuti al potere».




Da un rappresentante Medvedchuk a Bari hanno richiesto di riconoscere l’aggressione russa. Lo hanno salvato alcuni equipaggi della polizia 07.02.2017

0
Февраль 7th, 2017 by