Giornalista Cemal: Nel Caucaso onestamente mettere il segno di spunta dove è necessario, perché in testa guarda Kalashnikov

Il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin, il voto nel Caucaso è diventata priva di senso, pertanto, il capo della Russia c’è formalmente molto alto supporto. Questa è l’opinione del giornalista Orhan Cemal in un’intervista a «il Censore.Non c’è».

«E’ diventato un certo rituale, che è necessario rispettare. E tutti. Il significato politico non c’è. Tutto questo è accaduto sotto un mantra, che forte di falsificare le elezioni non. E non ho mai capito perché. Esce capo della commissione elettorale e annuncia cifra – e ‘ ufficiale la verità. Nessun altro la verità no. Resta inteso che in alcuni punti le strade possono uscire le persone, ma non nel Caucaso. Nel Caucaso queste persone semplicemente porteranno delle mitragliatrici di grosso calibro», ha spiegato.

Il giornalista ha precisato che le elezioni nel Caucaso non falsificato.

«Non sono truccate. Uomo assolutamente onesto mette il segno di spunta dove è necessario. Solo lui sa cosa ha in testa guarda Kalashnikov. Questo propulsore sistema. Tutto si basa sulla violenza», – ha sottolineato Cemal.

Egli ha aggiunto che l’uomo non diventerà votare «sbagliato», anche se entra uno in cabina elettorale.

«Poi il capitolo del quartiere o del capo del villaggio, che è un buon amico, che da qualche отмазывал, rispetto a qualcuno che è lontano parente e in realta’ il tuo, questo capitolo del villaggio prendono e trasformare il suo rene a cogliere taglio. E mi dica, per favore, si è disposti a sacrificare непосторонним uomo per amor di cronaca, che in linea di principio non cambierà nulla?» – ha concluso il giornalista.

Le elezioni presidenziali in RUSSIA si terranno il 18 marzo. Di voler partecipare alla gara ha dichiarato 67 candidati, tra cui l’attuale presidente russo Putin.

Le elezioni nel 2012, Putin ha segnato in Cecenia 99,76% dei voti.




Giornalista Cemal: Nel Caucaso onestamente mettere il segno di spunta dove è necessario, perché in testa guarda Kalashnikov 13.01.2018

0
Январь 13th, 2018 by