GPU vuole rilasciare Pukach in libertà, e lui in risposta, deve rinunciare a testimonianza sulla Kuchma — giornalista Podolsky

La procura ha sostenuto la petizione degli avvocati dell’ex capo del dipartimento di sorveglianza esterna del Ministero degli affari interni dell’Ucraina Alexei Pukach sui termini di durata del suo soggiorno in CARCERE per «legge Savchenko», lo ha definito l’ex presidente Leonid Kuchma ha ordinato l’uccisione del giornalista Georgy Gongadze. Di questa edizione di «Censore.NO», ha detto il giornalista Alex Podolski, che è vittima di un caso Gongadze.

La decisione di termini di scadenza la seconda volta ha preso Чертковский corte distrettuale, regione di Ternopil, ha detto Podolski. All’inizio di questa corte, e anche Shevchenko e Grotte corte distrettuale di Kiev non hanno soddisfatto la petizione.

“Non a caso nessuno ha conosciuto la corte! È un mestiere con Pukach tempo fa. Il suo ricattato. Scambiati. Lo vogliono rilasciare in libertà, e lui in risposta, deve rinunciare a testimonianza sulla Kuchma. E scambiato con Pukach il procuratore generale (Yuri) Lutsenko”, afferma Podolsky.

Secondo la sua versione, l’obiettivo della GPU è la seguente: Pukach non diventerà chiamare Kuchma cliente rapimento e l’omicidio di Gongadze, e la sua condanna all’ergastolo in cassazione sostituiranno 15 anni.

“Non so, è cambiato Pukach la loro testimonianza. Ma non mi sorprenderebbe se Pukach smette di indicare Kuchma e per questo esce in libertà. Perché dalla soluzione Чертковского della corte va, che ha scontato già a 14 anni. Ora, se in cassazione arriveranno mai, che gli ergastolo sostituirà a 15 anni carcere, lui uscirà presto” – ha detto Podolski.

Pukach nel 2013 è stato condannato per l’omicidio del giornalista Georgy Gongadze all’ergastolo. Il 6 gennaio 2016 la corte d’Appello di Kiev ha riconosciuto legittimo l’ergastolo Pukach.

Secondo la legge, dopo aver scontato almeno 20 anni di punizione assegnato il Pukach viene visualizzato il diritto di presentare una petizione di clemenza. Un atto di clemenza può sostituire l’ergastolo per la possibilità di uscire in libertà dopo 25 anni.

Nel mese di dicembre 2017, il procuratore generale dell’Ucraina Yuriy Lutsenko ha detto che Pukach non ha accettato una riduzione della pena in cambio di informazioni sui clienti del crimine.

10 ° gennaio 2018, si è appreso che la corte dopo 6,5 anni trascorsi Pukach in un centro di detenzione, a 13 anni dalla «legge di Savchenko».

Gongadze, scomparso il 16 settembre 2000. Nel novembre dello stesso anno, in una delle foreste della regione di Kiev hanno trovato il suo corpo. Nel 2009 hanno trovato i resti di un cranio, che, secondo l’esame, appartenevano a un giornalista.

Nel giugno 2000 il gruppo Pukach rapito opposizione giornalista e difensore dei diritti umani Podolsky, portato in un bosco nei pressi della città di Priluki regione di Chernihiv. Egli è stato brutalmente picchiato.

26 novembre 2015, il Parlamento ha votato per la «legge Savchenko», secondo cui un soggiorno di un giorno in CARCERE conta per una due giorni di carcere in caso di condanna, prigioniero di una condanna. Co-autore del disegno di legge è stato deputato Speranza Savchenko, che in quel momento si trovava ai domiciliari in Russia. 18 maggio 2017 il Parlamento ha abolito questa norma.




GPU vuole rilasciare Pukach in libertà, e lui in risposta, deve rinunciare a testimonianza sulla Kuchma — giornalista Podolsky 11.01.2018

0
Январь 11th, 2018 by