Gustav Acqua: Tutto quello che fanno i russi è una grande resistenza жидомасонам, пиндосам e il mondo in generale

Russo archetipo suggerisce la resistenza di tutto il mondo, l’odio tra i russi coltivato e incoraggiato, ha dichiarato in un’intervista rilasciata al «GORDON» scrittore, storico e attivista Yuri Poesia, più noto con lo pseudonimo di Gustavo Acqua.

Rispondendo a una domanda, a cosa possono portare in Russia azioni di protesta organizzate politico di opposizione Alexey Navalny, uno scrittore ha detto: «Sì a qualsiasi cosa».

«Perché il governo russo funziona secondo un archetipo, che hanno finalmente dato la possibilità di fare quello che vuole. Dall’infanzia viene detto che sono grandi, perché hanno un grande territorio. Si, ad esempio, qualcosa mangiato, bevuto oggi, è andato in bagno, – nulla di innaturale in questo, le normali procedure. E loro in un altro modo: se c’è da mangiare, è un grande uomo, cachi – grande uomo, sotto il grande albero di natale di un grande paese. Tutto quello che fanno è una grande resistenza a tutti i жидомасонам, пиндосам e il mondo in generale. Una luce egli combatté contro di loro! Perché sono grandi, l’ultima speranza di Dio», – ha detto Gustav Acqua.

Gustav Acqua: Se ora la rivoluzione è stata in Russia, lì avrebbe preso il Cremlino, stuprata segretaria, e buttato via Lenin dal Mausoleo. Leggi l’intervista completa

Secondo lui, i russi «molto confortevole visione del mondo: a loro è stato permesso di odiare tutti». «Tutti gli uomini del mondo è di cuneo e di così! Finalmente vivono in questa grazia! E ci si vergogna» – ha continuato lo scrittore.

Egli ritiene che i russi «ufficialmente dato questa possibilità». «Questo può non essere timido, è possibile parlare in tv e in generale ovunque. È coltivato e incoraggiato. Se, ad esempio, ha dato l’ordine di non dire nulla di male su di America – sarebbero stati in silenzio. Ma gli è stato permesso – ora tutto è possibile. Quelli, questi, укры, tutto il mondo è nemici», – ha aggiunto Gustav Acqua.

A parere di chi scrive, tale autorizzazione ha dato ai russi il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin. «Naturalmente, Putin e la sua banda. Ma sono solo andato via russo archetipo», ha aggiunto.

Secondo il rapporto del Centro russo di riforme economiche e politiche, il numero di politici e sociali di proteste in Russia per il secondo trimestre del 2017 anno è aumentato del 33% rispetto a inizio anno. Se nel primo trimestre di loro sono stati 284, nel secondo, fissato già 378 proteste.

Il 26 marzo e il 12 giugno in Russia sono state manifestazioni avviate politico di opposizione Alexey Navalny. Secondo gli esperti, sono stati i più grandi azioni con tempi di proteste nel periodo 2011-2013.




Gustav Acqua: Tutto quello che fanno i russi è una grande resistenza жидомасонам, пиндосам e il mondo in generale 11.07.2017

0
Июль 11th, 2017 by