«Hanno chiuso gli occhi, la testa, le braccia, piantato su un elicottero». Saakashvili ha raccontato i dettagli della deportazione

Il leader di «Руху la grafica non forze» Mikhail Saakashvili si trova a Varsavia. Egli ha detto al telefono dalla capitale polacca in onda su canale NewsOne.

Saakashvili ha anche raccontato i dettagli della sua di trasporto di kiev ristorante «Cheese» all’aeroporto di Borispol.

«Hanno chiuso gli occhi, la testa, le braccia, il tutto messo su un elicottero. Elicottero lungo un cerchio intorno a Kiev, da quanto ho capito. Capisco che hanno voluto confondere le tracce. Poi, come penso, si sedette all’aeroporto di Borispol, dove sono già tenuti ancora prima, come alato aereo, altri 40 minuti… Ora sono già a Varsavia», – ha detto Saakashvili.

Il giorno 12 febbraio Saakashvili in uno dei ristoranti di kiev arrestato persone in uniforme mimetica.

Nella Pagina hanno riferito che i criteri inviato in Polonia – paese, da cui è illegale è arrivato in Ucraina, il 10 settembre 2017.




«Hanno chiuso gli occhi, la testa, le braccia, piantato su un elicottero». Saakashvili ha raccontato i dettagli della deportazione 13.02.2018

0
Февраль 13th, 2018 by