Хеппенинг Ващиковского a Lviv doveva diventare la causa del suo licenziamento — giornalista

Anti-ucraino dichiarazioni dell’ex ministro degli esteri Polacco Witold Ващиковского e il suo rifiuto di visitare il museo delle vittime di occupazione di modalità «presso il Carcere lontskogo» a Lviv dovevano essere le ragioni del suo licenziamento. Questo parere è stato espresso in un’intervista a «l’Apostrofo» polacco giornalista e scrittore Wieslaw Romanovsky.

«A mio parere, il lavoro Ващиковского al potere sono stati soddisfatti, ma ci sono nuovi problemi e sfide. Credo che Ващиковский – molto eccentrico uomo. E già di per sé хеппенинг a Lviv doveva diventare la causa del suo licenziamento. Un sostanziale deterioramento delle relazioni tra la Polonia e l’Ucraina – è il risultato del suo lavoro», – ha detto Romanovsky.

Le dimissioni del ministro degli esteri in grado di migliorare il rapporto di Varsavia e Kiev, rendere meno taglienti storiche contraddizioni e rimuovere la cronologia delle priorità, dice il giornalista.

«Mi aspetto che (Stepan) Bandera non è la priorità della politica polacca in ucraino direzione che ci sarà un cambiamento di questa politica. Dobbiamo aspettare che il nuovo ministro dirà in parlamento e sul tema delle relazioni con l’Europa, e sul tema delle relazioni con l’Ucraina. Io non sono scettico al nuovo ministro e mi auguro che cambierà la politica della Polonia per quanto riguarda l’Ucraina», – ha detto Romanovsky.

9 gennaio Jacek Чапутович sostituito come ministro degli esteri della Polonia Ващиковского, che ha dichiarato che l’integrazione europea dell’Ucraina dipende dalla risoluzione di una serie di questioni storiche.

4 novembre 2017 durante un viaggio in Leoni Ващиковский rifiutato di visitare il museo-memoriale delle vittime di occupazione di modalità «presso il Carcere lontskogo» per le dichiarazioni del suo direttore Ruslan ha ottenuto che la Polonia nel 1918 ha occupato l’Ucraina Occidentale.




Хеппенинг Ващиковского a Lviv doveva diventare la causa del suo licenziamento — giornalista 11.01.2018

0
Январь 11th, 2018 by