Il candidato del direttore dell’FBI ha promesso di verificare il possibile intervento in Ucraina le elezioni negli stati UNITI

Il candidato alla carica di direttore del Federal bureau of investigation Christopher Ray ha promesso di capire, è intervenuta l’Ucraina le elezioni presidenziali negli stati UNITI nel 2016. Segnalato da «la Voce dell’America».

12 luglio nel corso di un сенатских udienza per l’approvazione del nuovo capo dell’FBI il senatore repubblicano Lindsey Graham ha chiesto Ray dare una valutazione di informazioni circa l’intervento dell’Ucraina nel corso della campagna elettorale nel 2016.

«L’indagine edizione Politico ha rivelato che l’americana di origine ucraina, che ha suggerito il comitato nazionale del partito Democratico, usciva con alti funzionari dell’ambasciata dell’Ucraina a Washington con lo scopo di esporre la comunicazione del dipendente della sede elettorale di Trump Pavimento Манафорта con la Russia, secondo quanto riferito direttamente le persone hanno familiarità con la situazione. Avete conoscenza di queste accuse?» – chiese Graham.

Rei ha risposto che «con piacere si occuperà di questo», e ha aggiunto che «per l’Ucraina sarebbe sbagliato interferire con le nostre scelte».

Più tardi il portavoce della casa Bianca Sara Sanders, rispondendo alle accuse di intervento della Russia in le elezioni degli stati UNITI, ha detto che «se c’e’ alcuna prova di una cospirazione nel corso delle ultime elezioni presidenziali negli stati UNITI, è la prova della collusione tra il partito Democratico degli stati UNITI e il governo dell’Ucraina».

Ambasciata dell’Ucraina negli stati UNITI ha smentito le accuse e ha dichiarato che «non è in alcun modo ha coordinato, con il Democratico dal comitato nazionale alcuno sforzo per svolgere attività di ricerca o qualsiasi azione, contro i candidati alle elezioni del presidente degli stati UNITI o dei loro squadre».

Nel mese di gennaio 2017 pagine edizione Politico giornalista Kenneth Vogel ha pubblicato l’articolo «i Tentativi di Ucraina sabotare Trump male di se stessa».

Vogel, citando le parole di un ex-dipendente dell’ambasciata dell’Ucraina negli stati UNITI Andrea Telizhenko, ha detto che l’ambasciata presumibilmente ha collaborato strettamente con Alexandra Chalupa, un’americana di origine ucraina, è strettamente connessa con il partito Democratico, aiutandola a raccogliere обличительные materiali in relazione Манафорта.




Il candidato del direttore dell’FBI ha promesso di verificare il possibile intervento in Ucraina le elezioni negli stati UNITI 13.07.2017

0
Июль 13th, 2017 by