Il capo del Pentagono, la COREA del nord ha promesso un colpo in risposta all’uso di armi nucleari

Il capo del Pentagono James Мэттис ha detto che gli Stati Uniti immediatamente risponderanno al possibile utilizzo la Corea del Nord di armi nucleari, riferisce NEWSru.com con riferimento alla Reuters.

«Ogni attacco degli stati UNITI o i nostri alleati si rifletterà, qualsiasi uso di armi nucleari incontrerà la risposta, che sarà efficace e devastante», — ha detto Мэттис dopo l’incontro a Seoul con il facente funzioni di presidente il primo ministro sudcoreano Hwang Ge anom beach.

Nella capitale della Corea del Sud Мэттис si trova con due giorni di visita. Per venerdì è previsto il suo incontro con il capo del Ministero della difesa nazionale del paese Han Ming Gu. 3 febbraio, il capo del Pentagono volerà in Giappone.

Alla vigilia del ministro della difesa degli stati UNITI ha detto che preoccuparsi per ospitare Gli stati Uniti del sistema di difesa antimissile THAAD sul territorio della Corea del Nord è solo la COREA del nord. Il capo del Pentagono ha anche detto che il suo viaggio è essenziale per la scelta di corso nuova amministrazione americana nei confronti di Pyongyang.

La COREA del nord lo scorso anno ha condotto due test nucleari e più di 20 lanci di missili balistici. Nel mese di gennaio 2017 le autorità nordcoreane hanno annunciato la loro intenzione nel prossimo futuro di produrre il lancio di un missile balistico intercontinentale.

Il consiglio di Sicurezza delle nazioni unite a causa nucleari e missilistici prove ha adottato una risoluzione di inasprire le sanzioni nei confronti della Corea del Nord. Il ministero degli esteri della COREA del nord ha rifiutato di accettare la risoluzione SAT, affermando che i test nucleari sono stati effettuati «per legittima difesa» in risposta alla politica ostile degli stati UNITI, e il lancio di un satellite — «nell’interesse della ricerca dello spazio a scopi pacifici».




Il capo del Pentagono, la COREA del nord ha promesso un colpo in risposta all’uso di armi nucleari 03.02.2017

0
Февраль 3rd, 2017 by