Il ministero degli esteri della federazione RUSSA ha confermato l’espulsione polacco storico in risposta a «un atto ostile» di Varsavia

Dipendente dell’Istituto della memoria nazionale Polacco Henryk Глембоцкий espulso dalla Russia in risposta a «un atto ostile» di Varsavia. Lo afferma in un commento di un rappresentante ufficiale del ministero degli esteri Russo Maria Zakharova, pubblicato sul sito della diplomazia russa.

Secondo lei, il 24 novembre Глембоцкий è stato ufficialmente notificato debba essere considerato il suo soggiorno in Russia, il 25 novembre lo storico ha lasciato il territorio russo.

«Vorrei ricordare che l’ 11 ottobre, le autorità polacche per assurdo accuse inviato dalla Polonia scienziato russo-storico, impegnati c’è attività didattica. Le misure adottate in materia di Глембоцкого, sono la risposta a questo atto ostile», ha detto la Zakharova.

Il 12 ottobre si è appreso che la Polonia hanno espulso dal suo territorio del professore russo-storico Dmitry Karnaukhova. Un portavoce dei servizi di sicurezza dello stato Polacco ha detto che Карнаухов, che ha insegnato nella scuola di Pultusk, ha usato i suoi collegamenti tra gli studiosi locali e giornalisti, per screditare le autorità polacche e sovvertire l’interazione del paese con l’Ucraina.

Il 24 novembre l’Istituto della memoria nazionale della Polonia ha detto che il FSB della federazione RUSSA ha arrestato Глембоцкого, che ha studiato archivi e raccolte librarie relative a polacco-russe relazioni nel XIX–XX secolo. Lo scienziato è stato ordinato di lasciare la Russia, sotto la minaccia di deportazione forzata.




Il ministero degli esteri della federazione RUSSA ha confermato l’espulsione polacco storico in risposta a «un atto ostile» di Varsavia 28.11.2017

0
Ноябрь 28th, 2017 by