Il ministero degli esteri della Russia ha chiamato un ultimatum dichiarazione di Trump per l’Iran

Il ministero degli esteri Russo ritiene ultimatum lanciata dal presidente degli stati UNITI Donald Trump di posizione nei confronti di un accordo nucleare con l’Iran, ha detto «Interfax», il vice capo del ministero degli esteri Russo Sergei Ryabkov.

12 ° gennaio 2018 il presidente degli stati UNITI ha riferito che gli Stati Uniti usciranno dall’accordo nucleare con l’Iran, se il documento non risolve svantaggi significativi. Trump ha sottolineato che la sua amministrazione interagisce con i partner europei per la produzione di un nuovo accordo integrativo, che avrebbe fornito le sanzioni, se l’Iran violi gli obblighi per il nucleare accordo. Egli ha sottolineato che tale contratto deve essere a tempo indeterminato.

Secondo Рябкова, «quello che ieri sembrava, non vi è alcun invito all’Iran di entrare in dialogo». Il vice ministro degli esteri della federazione RUSSA ha aggiunto che le parole di Trump – «questo è un ultimatum, l’Iran deve «cedere».

Ryabkov ha detto che «è completamente in contrasto non solo con i principi su cui si basano le relazioni internazionali – sovrano, l’uguaglianza, il rispetto reciproco e così via, ma e contrario alla logica», che è incorporato in Comune un piano complessivo di azioni (accordo nucleare con l’Iran).

Il 20 luglio 2015, il Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite ha approvato l’accordo, volto a limitare il programma nucleare Iraniano in cambio di un ritiro con lui sanzioni. L’iran ha garantito che si rifiuta di idee per la creazione di armi nucleari. Dopo 10 anni, nel caso di esecuzione l’Iran condizioni dell’accordo sul nucleare, tutti i limiti e le condizioni contenute nel presente risoluzione delle nazioni unite, smettere di azione.

Nel mese di maggio 2017 Trump ha detto che l’Iran è responsabile per l’instabilità in Medio Oriente. Secondo lui, Teheran ha finanziato la fornitura di armi e la formazione di squadre di uomini armati, che «portano distruzione e caos».

13 ottobre Trump ha detto che Washington non ha confermato il pieno rispetto Tehran condizioni dell’accordo sul nucleare, e ha annunciato l’intenzione di consultarsi con gli alleati su come uscirne. In questo stesso giorno, il ministero del tesoro degli stati UNITI ha più influente organo di sicurezza dell’Iran – il Corpo dei guardiani della rivoluzione islamica – e quattro società nella lista delle sanzioni in relazione con supporto per il loro terrorismo.

Il capo della diplomazia europea Federica Mogherini ha detto che il nucleare è un affare – l’accordo multilaterale, che è stato approvato all’unanimità in una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite, e Trump non può annullarlo.

12 ° gennaio 2017 l’Unione europea ha dichiarato che i paesi dell’UE terranno le dichiarazioni di voto Trump annunciato l’intenzione di uscire dall’accordo nucleare con l’Iran.




Il ministero degli esteri della Russia ha chiamato un ultimatum dichiarazione di Trump per l’Iran 13.01.2018

0
Январь 13th, 2018 by