Il ministro degli esteri della Serbia ha detto che il paese vuole nella UE, ma non introduce sanzioni «contro gli amici»

La serbia non si unirà al parlamento europeo anti-sanzioni e desidera la loro rapidità di annullamento, ha detto il ministro degli esteri e vice-premier Serbo Ivica Dačić, in un’intervista al giornale russo «Izvestia».

«Con la Russia ci auguriamo di mantenere una completa collaborazione e amicizia, politica ed economica, nella scienza, nella cultura, nella formazione, nonché in materia di difesa, sicurezza e dell’industria militare. E continueremo a questo in futuro. Pertanto, la Serbia rimane coerente nella sua politica e non si unirà al parlamento europeo anti sanzioni. Inoltre, ci auguriamo e vi auguriamo di annullare le sanzioni contro la Russia il più presto possibile», ha sottolineato.

Dačić ha aggiunto che Belgrado si trova ad affrontare le conseguenze della sua decisione di non aderire alle sanzioni.

«La serbia vuole nella UE, ma non andremo mai contro i propri interessi nazionali e non introdurre sanzioni contro gli amici», ha sottolineato.

Il vice premier ha sottolineato che la Russia «in maniera fidata e tradizionale amico della Serbia».

«Inoltre, uno dei più importanti partner economici e dei mercati serbi di prodotti. I nostri rapporti si basano sul rispetto reciproco, la fiducia e il continuo supporto che la Russia ha Serbia. Vi ricordo, nel mese di maggio 2013 è stata firmata una Dichiarazione di partenariato strategico tra i due paesi. Lei conferma che entrambi i paesi su due vie politica ed economica di base si concentrano sulla cooperazione a lungo termine», ha dichiarato.

Nel mese di marzo 2014, la Russia ha annesso la penisola ucraina di Crimea, e nel mese di aprile inizio del conflitto in Transcarpazia. Nei confronti della federazione RUSSA sono state introdotte le sanzioni economiche degli Stati Uniti, l’unione Europea e alcuni altri paesi nella primavera del 2014. La serbia non ha aderito. Sanzioni pacchetti più volte ampliato e diventa sempre più.

30 settembre 2017 Dačić ha detto che nei paesi Occidentali c’è «grande isteria anti-russa».




Il ministro degli esteri della Serbia ha detto che il paese vuole nella UE, ma non introduce sanzioni «contro gli amici» 13.11.2017

0
Ноябрь 13th, 2017 by