Il pilota abbattuto in Siria Su-25 è morto – il ministero della difesa della federazione RUSSA

Il pilota di aerei d’attacco Su-25 militare della Russia, abbattuto nella provincia siriana di Idlib, sopravvissuto all’espulsione, ma è stato ucciso dai ribelli. Segnalato da il fatto quotidiano con riferimento al ministero della difesa della federazione RUSSA.

Presso l’ufficio ha dichiarato che il pilota è riuscito a segnalare l’espulsione in una zona controllata raggruppamento di «Costruzione di un muro». In combattimento è morto.

3 febbraio in Siria, presumibilmente, da un portatile anti-missile è abbattuto russia attacco Su-25.

Il conflitto militare in Siria è in corso dal 2011. In combattimento partecipano le forze di governo, l’opposizione, gli islamisti radicali, i curdi, i militanti di «stato Islamico». Nel mese di settembre 2015 al conflitto Russia unita. Nel mese di marzo 2016, il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin ha ordinato di iniziare il ritiro delle principali forze russe dal paese, tuttavia aeronautica raggruppamento della federazione RUSSA ha continuato a colpire le posizioni delle forze che si oppongono al presidente della Siria Bashar al-Assad.

11 dicembre 2017 Putin ha ordinato di iniziare il ritiro delle truppe russe dalla Siria in punti permanente sul territorio della federazione RUSSA.

22 dicembre 2017 il ministro della difesa RUSSO Sergei Shoigu riferito a Putin, che l’ordine di ritirare il raggruppamento di truppe russe dalla Siria è fatto.

Il segretario di stato USA Rex Tillerson ha detto che la Russia è responsabile di un nuovo attacco chimico in Siria, a Est Guta 22 gennaio. Secondo lui, uccidendo 20 civili.

Secondo il rapporto della commissione internazionale indipendente d’inchiesta eventi in Siria nel settembre 2017, le truppe del presidente Bashar al-Assad nel 2017 non meno di quattro volte usato armi chimiche.




Il pilota abbattuto in Siria Su-25 è morto – il ministero della difesa della federazione RUSSA 04.02.2018

0
Февраль 4th, 2018 by