Il portavoce del presidente dell’Ucraina, in Crimea, ha suggerito di smettere di passeggeri messaggio con la Russia

L’ucraina dovrebbe smettere organizzato passeggeri collegamenti con la Russia. Questa opinione in un articolo per ZN.ua ha espresso il portavoce del presidente dell’Ucraina nella Repubblica Autonoma di Crimea Boris Babin.

«Ogni ucraino che vive in Crimea, in regime Donbass o dimora in RUSSIA e non è коллаборантом, per definizione – un ostaggio dell’aggressore. Infatti, in qualsiasi momento si può andare in prigione e diventare, se vuole l’aggressore, il «sistema dei media faccia», scrive.

Secondo la Babina, «ci sono due principali strategie, minimizzando il numero di tali potenziali ostaggi nella federazione RUSSA e la loro protezione nei territori territori».

«Prima di tutto dobbiamo andare alla cessazione organizzato passeggeri trasporti con la federazione RUSSA. Purtroppo, per lungo tempo dopo l’inizio del conflitto la società era tollerante verso massa lavorativa e sociale di migrazione di ucraini in RUSSIA. E rimane tollerante fino ad ora», – ha detto il portavoce del presidente.

Egli ha sottolineato che «professionale patrioti» che protestano contro il commercio con la Russia, «che spesso è costretto a male a causa della natura globale di allocazione delle risorse», ma tacciono sul quotidiano treni «Ukrzaliznytsya» a Mosca «con tutte le regioni, da Leopoli a Kherson».

In Russia tenuto una serie di ucraini prigionieri politici: Stanislav Клых, Romanzo Sushchenko, Oleg Sentsov, Alessandro Iraq, Ruslan Зейтуллаев e altri.




Il portavoce del presidente dell’Ucraina, in Crimea, ha suggerito di smettere di passeggeri messaggio con la Russia 12.11.2017

0
Ноябрь 12th, 2017 by