Il presidente del parlamento della Moldova: In alcune cancellerie ecclesiastiche dell’unione Europea stanchi problemi dell’Ucraina

L’unione europea recentemente perso nella sua relazione a chişinău un e Kiev. Questo è stato il 28 marzo il presidente del parlamento della Moldavia Andrian Candu ha detto in un’intervista rumena giornale Libertatea.

«Non posso dire che sono deluso, ma in una certa misura soddisfatto del fatto che l’UE è un po’ stanco di processi in alcuni stati e in particolare europeo e del contesto globale. In particolare, in alcune cancellerie ecclesiastiche, stanchi di problemi dell’Ucraina, sono stanchi di problemi interni, devono affrontare nel cuore dell’UE, a partire dal migrazione, problemi di sicurezza, finanziari e crisi bancarie», ha spiegato il politico.

Secondo Kandu, oggi in UE no «al fine di entusiasmo e apertura, come è stato di cinque o dieci anni fa».

8 febbraio gli analisti della conferenza di Monaco sulla sicurezza, nella sua relazione ha dichiarato la crisi integrazione europea del programma «partenariato Orientale», i cui membri sono l’Ucraina e la Moldavia.

«Un certo numero di paesi da Azerbaigian a Bielorussia ancora in bilico tra la UE e la NATO da una parte e la Russia dall’altra. Cavolini di bruxelles la politica del «partenariato Orientale», sembra essere svanito. E nonostante la politica di porte aperte, che detiene la NATO, la maggior parte gli stati interessati non hanno la reale possibilità di entrare nell’alleanza nel prossimo futuro», – ha spiegato gli esperti.




Il presidente del parlamento della Moldova: In alcune cancellerie ecclesiastiche dell’unione Europea stanchi problemi dell’Ucraina 30.03.2018

0
Март 30th, 2018 by