Il presidente della banca Mondiale ha detto che dopo la riforma agraria in Ucraina relazione al paese nel mondo cambierà

Se l’Ucraina si terrà la riforma agraria, attitudine al paese in tutto il mondo cambierà, ha detto il presidente della banca Mondiale Jim Yong Kim nel corso di un incontro il 14 novembre a Kiev con il primo ministro dell’Ucraina Vladimir Groisman, riferisce il corrispondente di pubblicazione in internet di «GORDON».

Egli ha sottolineato che si è incontrato con molti capi di business in Ucraina. Kim ha sottolineato che, dopo la riforma agraria profitto di persone che sono proprietari di appezzamenti di terreno a destinazione agricola, si svilupperà in tre volte.

«D’altra parte, è molto grande locomotiva di sviluppo dell’Ucraina per il futuro», – ha detto il presidente della banca Mondiale.

Egli ha sottolineato che cambierà atteggiamento «allora, come in Ucraina, a guardare dal di fuori».

«Purtroppo, oggi è una relazione esterna – dico questo, perché io parlo sempre con i dirigenti dei vari fondi e perché cerchiamo costantemente di coinvolgere il settore privato nel nostro paese-clienti – la percezione rimane ancora tale, che l’Ucraina ha ancora bisogno di cose concrete da fare, che darà la fiducia necessaria per investire. So che il governo sta lavorando la riforma agraria. E vi aiuteremo, per portare questo fino alla fine», ha detto Kim.

Groysman ha risposto che la riforma agraria è una priorità.

«Abbiamo trovato un modello che possiamo inserire. Questa domanda è molto sensibile, quindi molto bisogno di comunicare con la società ucraina, per ogni ucraino il proprietario del terreno reso conto che questo accade nel suo interesse, e non di grandi latifondi, perché questa domanda è davvero molto sensibile. E quel modello, che siamo pronti a introdurre il governo, lei, mi sembra, è un progetto di qualità, che soddisfi gli interessi nazionali e gli interessi dei cittadini ucraini e incoraggiare lo sviluppo nazionale colonica del movimento, che oggi non è così, come avrei voluto», – ha detto il primo ministro.

6 ottobre 2016 Verkhovna Rada dell’Ucraina ha prorogato almeno fino al 2018 la moratoria sulla vendita di terreni agricoli, che è stato introdotto nel 2001. Il primo ministro Vladimir Groysman ha riferito che in Ucraina fino al 2020 deve essere effettuata la riforma agraria, ma ha osservato che senza un ampio dibattito modello di mercato del terreno in Ucraina non ci sono soluzioni di abolire la moratoria non può essere. Il 29 maggio, nel corso di una riunione del consiglio dei Ministri ha aggiunto che la vendita del terreno in Ucraina dovrebbe essere disponibile solo per gli ucraini e nella misura di non più di 200 ettari di terreno per una persona.

La riforma agraria è un requisito del fondo monetario Internazionale all’Ucraina. Nel mese di luglio del FMI per ottenere il «consenso sulle questioni chiave» ritardato fino alla fine dell’anno il requisito di Kiev, di accettazione delle bollette.




Il presidente della banca Mondiale ha detto che dopo la riforma agraria in Ucraina relazione al paese nel mondo cambierà 14.11.2017

0
Ноябрь 14th, 2017 by