Il quattro volte campione olimpico: la Decisione del CIO più che giusto. Credo che questo ci pacca sulla schiena

Il quattro volte campione olimpico di biathlon, il russo Alexander Tikhonov ritiene giusta la decisione del comitato olimpico Internazionale (CIO) in merito alla sospensione del comitato Olimpico della Russia dalle Olimpiadi invernali in Corea del Sud. Lo ha annunciato la pubblicazione di The Insider.

«La decisione del CIO relativamente russi più che giusto. Credo che questo ci accarezzato la testa. Solo nel biathlon per sei anni è stato registrato circa 20 casi di doping è accaduto prima di Sochi. Certo che abbiamo bisogno di gambe piegarsi al signor Bach (capo del CIO Thomas Bach. – «GORDON».) – questo darà la Russia l’occasione di iniziare una nuova vita», – ha sottolineato Tikhonov.

Egli ha aggiunto che i funzionari russi, tra cui l’ex ministro dello sport Vitaly Mutko, punito giustamente.

«Serve punito Mutko, devi inviare a Magadan… Se fossi il presidente della Russia, Mutko gia ‘in prigione, al cento per cento», ha sottolineato più volte campione olimpico.

Secondo Tikhonov, sui problemi con il doping in Russia, ha detto in una riunione del comitato Olimpico nel 2004.

«Pregato di prestare attenzione a questi problemi e ha avvertito che un giorno, quando faremo una figuraccia in tutto il mondo. E quel giorno è arrivato. Da tempo è stato necessario adottare una legge per esempio l’Italia, dove per l’uso di doping l’atleta rischia cinque anni di carcere», – ha detto l’ex atleta.

Tikhonov sicuro che gli atleti russi vale la pena di andare a giocare bandiera neutrale, per dimostrare la sua abilità.

Il 5 dicembre il comitato olimpico Internazionale a causa della sistematica violazione delle regole antidoping escluso dalla partecipazione alle Olimpiadi del 2018 in attesa di processo ordine comitato olimpico Nazionale della federazione RUSSA.

Allo stesso tempo, a partecipare a Giochi permetteranno di singoli atleti russi, che si occuperanno di qualificazione normativa e si terranno speciali test anti-doping. Si sfideranno sotto la bandiera olimpica come «atleti olimpici della Russia». In caso di vittoria, il rappresentante della federazione RUSSA in suo onore verrà eseguito l’inno olimpico. Gli atleti dalla Russia divieto di applicare sul modulo di nazionale di attribuzione.

Il comitato esecutivo del CIO anche per tutta la vita ha da qualsiasi coinvolgimento nelle Olimpiadi Mutko e il suo ex vice della contrada montuosa di Yuri.

Gli atleti russi prenderanno la decisione di partecipare alle Olimpiadi del 2018 12 dicembre.




Il quattro volte campione olimpico: la Decisione del CIO più che giusto. Credo che questo ci pacca sulla schiena 07.12.2017

0
Декабрь 7th, 2017 by