Il Trump il costo di un muro al confine con il Messico hanno stimato in 21 miliardi di dollari

Il prezzo reale del muro sul confine tra Messico e stati UNITI, che ha promesso di costruire presidente Donald Trump, può essere il doppio di quanto sopra, che la sua valutazione nel corso della campagna elettorale. In un rapporto del ministero della sicurezza interna è detto che la costruzione di sbarramenti costerà a 21,6 miliardi di dollari, riferisce Reuters. In questa società indipendenti di cui il prezzo fino a 25 miliardi di dollari — in particolare, a causa della necessità di acquistare terreno privato nei pressi del confine, scrive NEWSru.com.

Papa Francesco: oggi c’è bisogno di costruire ponti e non muri

Durante la campagna elettorale la costruzione di un muro al confine con il Messico è diventato uno dei più altisonanti promesse del futuro presidente. Poi ha valutato il progetto in un importo massimo di 12 miliardi di dollari.

Il progetto di MOAB prevede la costruzione di un muro nel corso di circa 2 mila chilometri di distanza. Tenendo conto di quelli già esistenti coinvolgimenti significa un rafforzamento del confine con il Messico quasi tutto il suo corso. Il documento afferma che questo sarà un intero sistema di muri e recinzioni. Si presume che i lavori saranno completati entro la fine del 2020, RIA «novosti».

MBB ritiene possibile ottenere dal congresso di finanziamento del progetto nel mese di maggio, e a settembre di concludere contratti con gli appaltatori. Nella prima fase si prevede la costruzione di tre sezioni della parete: circa San Diego, in California, El Paso e della valle del Rio Grande in Texas. Lei è stimato in 360 milioni di dollari e, come sottolinea Reuters, permetterà Trump dimostrare ai propri elettori l’intenzione di aderire espresse durante la campagna elettorale di promesse.

Reuters riporta che negli ultimi tempi le regioni di confine hanno visitato diverse delegazioni del congresso e l’amministrazione si prepara a firma di grandi contratti per l’acquisto di acciaio per la costruzione.

Valutazione MOAB per la prima volta include il costo di riscatto delle terre di confine, sottolinea l’agenzia, e questo è il motivo principale per una crescita significativa la valutazione del progetto. Inoltre, il rapporto indica che in alcune zone la costruzione finisse su gli ostacoli giuridici, e in caso di rifiuto di proprietari privati dalla vendita di amministrazione da una serie di processi giudiziari. Anche alla crescita di costruzione, e il suo prezzo comporterà la necessità di rispettare i trattati internazionali, ad esempio, firmata con il Messico accordo di risorse idriche.

Trump precedentemente sottolineato, che, alla fine, la costruzione pagherà Messico — ad esempio, a causa di una nuova tassa sulla esportati negli stati UNITI prodotti. Il presidente messicano Эрнике Peña Nieto più volte dichiarato che il suo paese a pagare per questo non sarà, e ha annullato la visita a Washington alla fine di gennaio.

Il miliardario costantemente affermato la necessità di costruzione di un muro al confine con il Messico, per interrompere il flusso di immigrati clandestini da questo paese negli stati UNITI, ma anche di mettere una barriera sulla strada dei cartelli della droga.

Papa Francesco: oggi c’è bisogno di costruire ponti e non muri

Papa Francesco ha detto che il mondo di oggi ha bisogno non di parete da costruire, e costruire ponti. Questo pontefice in un incontro con i credenti, alludendo, evidentemente, l’intenzione del presidente degli stati UNITI Donald Trump costruire un muro al confine con il Messico, riporta Cnet, con riferimento a The Independent.

«Nel sociale e civile contesto invito a non erigere muri e costruire ponti», — ha detto il pontefice.

Ha anche accennato a parole Trump che i costi di muro deve risarcire il Messico.

«Non rispondere al male con il male. Vinci il male con il bene, il rancore perdono. Un cristiano non ha mai detto: «Si pagherà per questo». Mai», ha sottolineato il Papa.

Inoltre, nel suo discorso, papa Francesco, probabilmente, ha accennato alla migratoria decreto Trump, che temporaneamente vieta l’ingresso ai rifugiati e limita viaggio per i cittadini di sette paesi con una popolazione a maggioranza musulmana.

Come riportato, il 25 gennaio, il presidente degli stati UNITI, Donald Trump ha firmato il decreto per la costruzione di un muro al confine con il Messico. E a pagare per essa vuole obbligare i messicani, inserendo il 20% di tasse all’importazione di merci da paesi.

Costruire un muro lungo il confine si estende per 2000 miglia stata una delle principali promesse Trump durante la campagna elettorale.




Il Trump il costo di un muro al confine con il Messico hanno stimato in 21 miliardi di dollari 10.02.2017

0
Февраль 10th, 2017 by