Illarionov ha detto che non ha fatto pressioni mancata inclusione nella «kremlin rapporto» «eltsin» oligarchi

L’ex-consigliere del presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin in materia di economia Andrei Illarionov ha detto che né lui, né in russia, politologo e saggista Andrea Piontkovsky non hanno partecipato all’attività di lobbying inclusione di persone e aziende nel cosiddetto «cremlino rapporto». Su questo Illarionov ha scritto in «Live journal».

Secondo l’ex consigliere di Putin, il 18 gennaio a Telegram-canale «Come vivere e chi ha ucciso Kennedy» è apparso informazioni che sono con Пионтковским e senior fellow Atlantic Council Anders Аслундом incitano mancata inclusione nella «kremlin rapporto» miliardario russo Mikhail Fridman e Pietro Avena.

«La ragione – non c’è bisogno di toccare eltsin, cerchiamo di дистиллированно bagnare data», – ha detto in un messaggio.

In sveti con questo Illarionov ha detto che «questo tipo di messaggi non corrispondono alla realtà».

«Noi dichiariamo che non hanno partecipato, non partecipiamo e non ha intenzione di impegnarsi in attività di lobbying dell’amministrazione degli stati UNITI, il Congresso degli stati UNITI, tutte le altre agenzie governative degli stati UNITI per l’inclusione (o невключению) specifici di persone e aziende specifiche nella «kremlin rapporto». Dichiariamo che la nostra posizione di principio è che tutti gli individui e tutte le aziende che ricadono sotto sviluppati con la nostra partecipazione i criteri e usi sconsigliati usi pertinenti identificati con il nostro aiuto di un gruppo di individui e aziende, devono essere inclusi nella «kremlin rapporto», ha sottolineato.

Il presidente degli stati UNITI, Donald Trump nel mese di agosto 2017 ha firmato la legge «Sulla lotta contro i nemici dell’America attraverso sanzioni» sull’introduzione di misure restrittive contro l’Iran, Russia e Corea del Nord.

La legge prevede che entro 180 giorni il ministero delle finanze, il direttore dell’intelligence Nazionale e segretario di stato degli stati UNITI dovranno presentare al Congresso un rapporto di oligarchi russi e di alti funzionari, in relazione a politica estera della federazione RUSSA.

Il quotidiano «Kommersant» ha riferito, citando fonti a Washington, che il «cremlino rapporto» entrerà 300 persone.

L’ambasciatore degli stati UNITI in Russia John Huntsman ha detto che il rapporto sarà pubblicato il 29 gennaio.




Illarionov ha detto che non ha fatto pressioni mancata inclusione nella «kremlin rapporto» «eltsin» oligarchi 21.01.2018

0
Январь 21st, 2018 by