In 18 stati registrati online-manipolazione con le elezioni — Freedom House

La disinformazione su internet ha influenzato le elezioni almeno in 18 paesi nel mondo. Su questo un’organizzazione internazionale non governativa Freedom House ha riferito in un rapporto di «Libertà di internet», che copre il periodo dal giugno del 2016 al giugno 2017.

Dimostrato l’applicazione di bot-tecnologie durante le elezioni del presidente degli stati UNITI, una delle principali piattaforme per la frode è diventato il social network Facebook, hanno concluso i ricercatori.

Tutto è fissata per il 30 paesi in cui operano le organizzazioni, scrivono i commenti nei social network su incarico di enti pubblici, scrive Freedom House.

Nel 2015-2016 «la fabbrica dei troll» ha agito solo in 23 paesi.

6 settembre 2017 direttore del servizio di sicurezza di Facebook Alex Stamos ha detto che quasi due anni di Facebook-account dalla Russia hanno comprato e si sono sparsi in un social network la pubblicità politica. Successivamente, Facebook ha bloccato tutte queste pagine, così come in un social network è vietato il falso account.

È stato riferito che i russi internet-bot attivamente usato Twitter per mailing politico spam alla vigilia delle elezioni.

31 ottobre gli avvocati di Google, ma anche i rappresentanti delle aziende di Facebook e Twitter hanno dato testimonianza al Senato degli stati UNITI, i casi di utilizzo loro piattaforme a russi in vantaggio durante la campagna elettorale del 2016.




In 18 stati registrati online-manipolazione con le elezioni — Freedom House 14.11.2017

0
Ноябрь 14th, 2017 by