In Cecenia i parenti scomparsi nel mese di gennaio di persone hanno costretto a scrivere, quelli che si trovano in Siria – MEDIA

Parenti di persone, che potrebbero essere uccisi in Cecenia nel gennaio di quest’anno, è stato costretto a firmare dichiarazioni sul fatto che il loro mancanti famiglia sono andati in Siria o se sono andati di casa. Su questo «servizio Russo air FORCE», ha detto un paio di parenti scomparsi.

Interlocutori edizione hanno detto che non sanno nulla circa la sorte dei loro cari, come allora, la polizia ha arrestato. Inoltre, molti parenti scomparsi sono stati sottoposti a pressioni da parte delle forze dell’ordine, scrive «La servizio della BBC».

Alcuni sostengono che loro hanno fatto firmare fogli vuoti. Che poi è diventato con queste firme, non sanno. Altri dicono che le forze dell’ordine hanno richiesto di fornire loro un russo e un passaporto mancante.

Secondo i parenti scomparsi, hanno iniziato a minacciare dopo che molti si sono rivolti al comitato Investigativo della Russia con una dichiarazione di smarrimento dei loro mariti e figli.

Edizione si è rivolto con richieste ufficiali in Следком e il ministero degli affari interni della Cecenia, ma la risposta ancora non ha ricevuto.

Il capo della Cecenia Ramzan Kadyrov ha poi precisato che nella notte del 18 dicembre, le forze dell’ordine hanno bloccato diverse strade della città, cercando di tenere gli attaccanti, ma quelli in auto abbattuto dipendente DPS e hanno aperto il fuoco. Kadyrov ha detto che gli aggressori sono stati «neutralizzati»: in una sparatoria quattro sono stati uccisi e altri due feriti.

17 dicembre 2016 a Grozny si è verificato un tiro sconosciuti con la polizia. Un dipendente del MINISTERO degli interni della federazione RUSSA è morto. Il giorno successivo, gli organi di polizia della Cecenia, hanno condotto alla periferia di Grozny un intervento chirurgico per eliminare i criminali, nel corso della quale hanno ucciso cinque di loro, ha detto il capo della repubblica di Ramzan Kadyrov. Più tardi, ha chiarito che, in totale, uccisi sette attaccanti.

«Caucasico nodo» ha riferito che altri tre indagati nell’attaccare le forze di sicurezza hanno ucciso in ospedale il 25 dicembre.

«Il nuovo giornale» ha portato l’elenco delle 27 persone, che, secondo le sue fonti, sono stati uccisi nella notte del 26 gennaio 2017.

A Grozny articolo su mezzi di esecuzione sommaria in Cecenia chiamato «menzogna e la disinformazione».




In Cecenia i parenti scomparsi nel mese di gennaio di persone hanno costretto a scrivere, quelli che si trovano in Siria – MEDIA 28.07.2017

0
Июль 28th, 2017 by