In Corea del Sud per protestare contro la chiusura della fabbrica di General Motors

I lavoratori in fabbrica General Motors in attesa di Kunsan mercoledì, 14 febbraio, è venuto a protestare contro la chiusura della produzione. Interruzione del lavoro le imprese ritengono “sentenza di morte“. Segnalato da Reuters.

La General Motors ha annunciato l’intenzione di chiudere lo stabilimento in Кусане fino alla fine di maggio di quest’anno. I lavoratori del sindacato hanno messo bracciali rossi con la scritta “Solidarietà, la lotta” e tenuto volantini con l’obbligo di abbandonare i piani per la chiusura. Alcuni di loro si sono rasati la testa.

Negli ultimi tre anni la pianta ha già lavorato al 20% della capacità. In azienda hanno prodotto circa il 7% dei 520 milioni di veicoli, che GM Korea ha rilasciato nel 2017. In questa divisione della società in esecuzione di 2000 persone, e la sua chiusura è un duro colpo per l’economia di una piccola città Kusan, con una popolazione di 270 mila.

La casa automobilistica tre volte proposto ai lavoratori il pagamento del loro annuale di stipendio base, i soldi per il college e più di 9.000 dollari per l’acquisto di una nuova auto.

Ma il sindacato non è d’accordo con la proposta e minaccia lo sciopero e lo svolgimento di una manifestazione presso la sede di GM Korea.

La casa automobilistica chiude la fabbrica, per migliorare la redditività. Nei commenti a Reuters il funzionario, che ha voluto rimanere anonimo, ha detto che il problema “costo elevato e bassa produttività nell’industria automobilistica della corea del sud“.

Il di General Motors ci sono ancora tre automobili in Corea del Sud, e anche diverse aziende che producono i motori.

General Motors, la più grande american automobile corporation e uno dei tre più grandi produttori di auto nel mondo con la produzione in 35 paesi e con sede a Detroit, stati UNITI.




In Corea del Sud per protestare contro la chiusura della fabbrica di General Motors 15.02.2018

0
Февраль 15th, 2018 by