In Crimea, gli occupanti hanno lasciato Чийгоза detenzione

La corte suprema della Crimea non ha accolto la richiesta della difesa di liberazione dal carcere di vice capo del Parlamento del popolo tartaro di crimea Ахтема Чийгоза. Lo ha detto l’avvocato Чийгоза Nicola Полозов.

«In mancanza di prove di colpevolezza Чийгоза in esplorati вещдоках e interrogatori dei testimoni di protezione intercede modifica della misura di prevenzione. Consultazione sul posto, i giudici hanno deciso di lasciare Ахтема Чийгоза in stato di detenzione», ha scritto Полозов dal tribunale.

Egli ha precisato che, prendendo questa decisione, i giudici hanno ritenuto che le circostanze che influenzano la misura di prevenzione nei confronti di Чийгоза, «non è cambiato».

In precedenza Полозов ha affermato che in «tribunale» in caso Чийгоза le prove in forma di video, con una manifestazione il 26 febbraio 2014 smentiscono le dichiarazioni delle vittime.

In precedenza è stato riferito che le letture di «vittime» e «testimoni» smentiscono le accuse e le prove in forma di immagini, con una manifestazione il 26 febbraio 2014.

Come riportato, il vice presidente del Parlamento del popolo tartaro di crimea Ахтем Чийгоз è stato arrestato a Simferopol nel mese di gennaio 2015 per partecipare alla manifestazione a sostegno dell’integrità territoriale dell’Ucraina davanti al parlamento di Crimea, che ha avuto luogo il 26 febbraio 2014. La manifestazione, durante la quale i sostenitori dell’Ucraina hanno fronteggiato gli attivisti filo-russo, compresi quelli del partito «Russo l’unità», si è svolto alla vigilia della presa della Crimea militari russi. Oltre Чийгоза, per caso «26 febbraio» sono stati arrestati Ali Asanov e Mustafa Дегерменджи.

Il «caso Чийгоза» russia, la corte esamina, nell’ambito di un singolo di produzione.

Nel mese di dicembre 2016 l’arresto Чийгоза prorogato fino all ‘ 8 aprile 2017.




In Crimea, gli occupanti hanno lasciato Чийгоза detenzione 07.02.2017

0
Февраль 7th, 2017 by