In Crimea «la corte» ha esteso l’arresto ucraino attivista Балуху fino al 4 marzo

In Crimea occupata la corte ha esteso il periodo di detenzione attivista ucraino Vladimir Балуху fino al 4 marzo.

Segnalato da «la Crimea gruppo di difesa».

«Oggi, 3 febbraio 2017, il giudice «Раздольненского tribunale distrettuale» Alexander Абеляшев esteso attivista ucraino Vladimir Балуху una misura di restrizione in forma di detenzione per un altro mese, fino al 4 marzo. All’udienza in tribunale ucraino portato dal CARCERE di Simferopol», — riferisce Crimea gruppo di advocacy.

Secondo lei, questo stesso giudice Абеляшев precedentemente scelto oltre la misura di prevenzione, e in seguito ha esteso i suoi fino al 5 febbraio 2017.

I difensori dei diritti umani, ha ricordato che la ricerca Балуха detenzione minaccia la sua salute, sottolineando che il 17 gennaio nel CARCERE di Sinferopoli ha avuto un grave attacco di calcoli renali.

Secondo la protezione Балуха, non c’è motivo di tenerlo in CARCERE. L’avvocato presentato ricorso contro la decisione del tribunale di primo grado e ha chiesto «la corte Suprema» della Crimea di sostituire la misura di prevenzione ucraino arresti domiciliari, ma «la corte» ha rifiutato.

Come annunciato, l ‘ 8 dicembre 2016 FSB effettuato perquisizioni nelle case di Vladimir Балуха e di sua madre. Dopo le perquisizioni di un attivista arrestato. 12 dicembre «Раздольненский distretto di corte» ha scelto una misura preventiva per крымчанина in forma di detenzione. Балуха accusato di «possesso illegale di armi, le sue parti principali, munizioni» (parte 1 dell’articolo 222 del codice PENALE). Il KKE ha detto esplicitamente persecuzione politica e attivista ucraino. Secondo gli esperti del KKE, in azioni giudiziarie e le forze dell’ordine sono gravi violazioni non solo internazionale, ma anche russo, del codice di procedura penale, che de facto si applica in Crimea.




In Crimea «la corte» ha esteso l’arresto ucraino attivista Балуху fino al 4 marzo 03.02.2017

0
Февраль 3rd, 2017 by