In Italia durante la ricerca di terroristi cestinato villaggio. Gli abitanti cercano di pagamento di più di tre anni. Video

23 dicembre 2014, secondo il «tempo Presente», alcuni residenti Temporanei rivolti a Буйнакский interdistrettuale investigativo del reparto investigativo di gestione del Daghestan con l’obbligo di riconoscere l’azione di forze di sicurezza durante il blitz superamento dei pubblici poteri. Ma il locale comitato Investigativo prima ha rifiutato di avviare un procedimento penale, non trovando nelle azioni di forze di sicurezza di un crimine.

La situazione è decollata, solo quando il caso gli abitanti del villaggio sono impegnati mosca avvocati centro «Memorial».

Nel mese di gennaio 2017 cinque abitanti del villaggio si sono rivolti alla corte Europea per i diritti dell’uomo in relazione con disabilità, che sono stati registrati durante il blitz. Secondo la denuncia, è stato violato il loro diritto di proprietà e il diritto alla riservatezza della casa e della privacy. In seguito il numero dei candidati, secondo l’avvocato, «Memoriale» di Marina Агальцовой, è aumentato fino a 130 persone.

Dopo che le autorità hanno accettato di negoziare i pagamenti, ma solo formalmente. I locali hanno raccontato che da un elenco di candidati a ricevere il pagamento sono stati rimossi circa 200 persone, cioè quasi un quarto del vivevano nel villaggio di al momento del raid.

Il 30 gennaio i residenti Temporanea citato in giudizio il governo del Daghestan, in дагестанское MINISTERO dell’interno, direzione regionale del ministero per le emergenze, nord centro MES e l’amministrazione Унцукульского del quartiere. Essi richiedono di riconoscere illegale omissione di funzionari e insistono sul risarcimento.

Sarà questo appello è considerato, ancora sconosciuta, note di edizione.



In Italia durante la ricerca di terroristi cestinato villaggio. Gli abitanti cercano di pagamento di più di tre anni. Video 14.02.2018

0
Февраль 14th, 2018 by