In Olanda hanno sollevato la questione di autenticità delle firme per «ucraino» il referendum – MEDIA

Il governo dei paesi bassi non ha verificato la veridicità di 427 mila firme che sono state raccolte, per avviare un referendum consultivo che riguarda l’Accordo di associazione UE-Ucraina.

Come si trasmette il «Governo», lo ha riferito il canale televisivo olandese RTL Nieuws, riferendosi alla lettera del ministro degli interni e affari esteri del regno di Ronald Пластерка in risposta a una richiesta dell’avvocato Christian Албердингка Тхейма.

«Approvato solo, appartenevano se il nome, l’indirizzo e la data di nascita di una persona che è un elettore registrato. Non è stato controllato se le persone hanno firmato e inviato il modulo» — note di edizione.

Il ministro ha ammesso che tale sistema comporta il rischio di frodi. Allo stesso tempo, come osserva edizione, la lettera del ministro non specifica che tali macchinazioni hanno avuto luogo nel caso di un referendum sulla ratifica dell’Accordo di associazione UE-Ucraina.

Professore di pubblico e di diritto amministrativo Vim Вурманс ha detto in un’intervista a RTL, che questo approccio è estremamente vulnerabile.

«Se qualcuno avesse voluto farlo, manipolazioni possibili», ha detto.

Olandese deputato del partito di opposizione D66 Caso Verhoeven ha detto che sconvolse le informazioni.

«Vorrei saperlo in anticipo e prendere sul serio. A questo proposito si pone la domanda se tutte le firme sono reali e se il referendum doveva avvenire», — ha detto Verhoeven.

In un altro partito di opposizione, il CDA, inoltre, ha criticato questa situazione.

«Siamo contro il referendum. Ma se lo si fa in ogni caso, è importante per la firma sono stati confermati da parte di chi li rappresenta», — ha detto il deputato Mustafa Амауч.

Il rappresentante dei promotori del referendum, il gruppo Geen Peil Bart Newman ha detto che la raccolta di firme si è presentato in conformità con le regole.

Allo stesso tempo, come osserva edizione, fino a quando non c’è la possibilità di controllare la forza di firme, perché sono distrutti, quindi i risultati sono finali.

Ricordiamo che il 6 aprile dello scorso anno ha superato il referendum consultivo sulla ratifica dell’Accordo di associazione UE-Ucraina. Per iniziare il referendum, è stato necessario raccogliere nella prima fase di 10 mila firme, e il secondo di 300 mila firme. Secondo quanto riferito, è stato raccolto 427 mila firme e nominato il referendum consultivo. Secondo i risultati ufficiali, in un referendum «contro» ratifica l’Olanda accordo ha votato il 61 % degli elettori (2 milioni 509 mila 395 degli elettori). «A» ha votato il 38, il 21% degli elettori (1 milioni 571 mila 874 gli elettori). Affluenza alle urne pari a 32, 28 %.

Il governo ha agito per la ricerca di una soluzione, che mi ha dato la possibilità di togliere espresse durante la campagna di «preoccupazione» degli elettori e ratificare il documento. A metà dicembre dello scorso anno, i leader dell’unione Europea hanno approvato le proposte Olanda suggerimenti per quanto riguarda le condizioni di completare la ratifica nel paese di un Accordo di associazione UE-Ucraina. Ora il disegno di legge per la ratifica dell’accordo è già passato in olandese parlamento.




In Olanda hanno sollevato la questione di autenticità delle firme per «ucraino» il referendum – MEDIA 10.02.2017

0
Февраль 10th, 2017 by