«In risposta – il silenzio». L’ambasciatore RUSSO negli stati UNITI, ha parlato della sua proposta per l’Elezione di discutere le questioni in sospeso in ristorante

L’ambasciatore RUSSO negli stati UNITI, Anatoly Antonov ha detto in un’intervista con la NBC, che a fine 2017 anno, ha proposto ai rappresentanti delle autorità statunitensi insieme per discutere di relazioni usa-russia.

Secondo Antonov, colleghi del dipartimento di Stato degli stati UNITI ha proposto di incontrare nella sua residenza, e «se hanno paura» – andare in un ristorante e c’ «per discutere di tutte le questioni in sospeso».

«In risposta ho ottenuto il silenzio», – ha detto il diplomatico russo.

Egli ha detto che l’atmosfera a Washington «avvelenata» e che la Russia di oggi è responsabile «anche per il cattivo tempo».

Antonov ha ribadito la posizione ufficiale delle autorità della federazione RUSSA e ha respinto ogni coinvolgimento del suo paese ad avvelenamento dell’ex agente dell’intelligence russa Sergei Skripal. Secondo lui, la Russia non aveva un movente per uccidere l’ex-scout alla vigilia delle elezioni presidenziali in RUSSIA.

Il 26 marzo il presidente degli stati UNITI, Donald Trump ha dato indicazione di espellere dal paese di 60 diplomatici russi e di chiudere il consolato Generale della federazione RUSSA a Seattle per la sua vicinanza alla base della MARINA degli stati UNITI.

Così Uniti hanno espresso sostegno per il regno unito a causa di avvelenamento a Salisbury Skripal e di sua figlia.

L’inchiesta ha rivelato che durante l’attentato è stato utilizzato sviluppato in Russia nervino agente «Principiante».

Il primo ministro Britannico, Theresa May, ha chiesto al Cremlino di spiegare quello che è successo fino a sera, 13 marzo, altrimenti Londra sarà considerato un incidente illegale l’uso della forza contro la Russia regno unito.

Mosca ha rifiutato di rispondere all’ultimatum di Londra e ha chiesto di fornire campioni di sostanze, che hanno avvelenato Скрипалей.

14 marzo le autorità della gran Bretagna ha annunciato l’espulsione 23 diplomatici russi, e anche la sospensione previste contatti bilaterali con la federazione RUSSA.

Il 17 marzo la Russia ha annunciato di persona non grata 23 diplomatici britannici.

Dopo la gran bretagna e gli stati UNITI diplomatici russi inviato circa 30 paesi, tra cui l’Ucraina. Un certo numero di stati ritirati dalla federazione RUSSA i suoi ambasciatori per consultazioni.

Il 29 marzo il ministro degli esteri della federazione RUSSA Serghej Lavrov ha annunciato l’espulsione 60, i diplomatici americani e la chiusura del consolato degli stati UNITI a San Pietroburgo.

Il 30 marzo si è appreso che la Russia invia diplomatici 23 paesi, tra cui l’Ucraina.




«In risposta – il silenzio». L’ambasciatore RUSSO negli stati UNITI, ha parlato della sua proposta per l’Elezione di discutere le questioni in sospeso in ristorante 31.03.2018

0
Март 31st, 2018 by