In Romania hanno annullato il decreto di amnistia per i corrotti, scatenando le proteste di massa

Il governo della Romania ha abolito domenica decreto di modifica al codice Penale e di amnistia per corruzione, che ha portato a proteste di massa in tutto il paese.

Per questo oggi, 5 febbraio, riferisce Romania TV.

Il governo, in una riunione straordinaria ha preso la decisione di ritirare il decreto, che ha introdotto modifiche al codice Penale e la legge di grazia e amnistia.

Come ha detto alla vigilia del sabato, il primo Romania Sorin Гриндяну, ha deciso di fare un passo per non approfondire la scissione nella società.

Ricordiamo, in Romania, sono passati più di massa negli ultimi 25 anni di proteste, a cui hanno partecipato fino a 300 mila persone.

Il governo della Romania 31 gennaio, nonostante le proteste di massa ha preso una decisione, che декриминализирует una serie di reati e permette a molti corrotto evitare la responsabilità.

Il nuovo regolamento, in particolare, декриминализирует atti di corruzione e i casi di abuso di potere e abuso di potere, se le perdite non superano i 200 mila lei (47 800 dollari).

La necessità di un’amnistia per le singole categorie di criminali al governo in precedenza spiegato переполненностью prigioni.

La commissione europea il 1 ° febbraio si è esibita con un duro monito al governo della Romania per la decisione e ha sottolineato la necessità di irreversibile progressi nella lotta contro la corruzione.

Il 2 febbraio il presidente della Romania, Klaus Йоханнис appellato alla sentenza della corte Costituzionale del governo e ha invitato il consiglio dei ministri di abolire questo documento.

Il primo ministro della Romania, ha dichiarato che non si annulla il decreto e intende continuare a proporre iniziative di depenalizzazione di alcuni reati legati alla corruzione.




In Romania hanno annullato il decreto di amnistia per i corrotti, scatenando le proteste di massa 05.02.2017

0
Февраль 5th, 2017 by