Irina Gerashchenko ha riferito che la Russia continuerà a funzionare per diverse decine di diplomatici ucraini e consoli

Il capo dell’umanitaria sottogruppo trilaterale del gruppo di contatto per risolvere il conflitto in Transcarpazia, il primo vice-presidente della BP Irina Gerashchenko ha riferito che in Russia rimangono lavorare decine di diplomatici ucraini e consoli. Su questo lei ha scritto in Facebook.

«In ambasciata a Mosca, nei nostri consolati a San Pietroburgo, Rostov, Ekaterinburg, Novosibirsk rimangono poche decine di diplomatici e consoli, che ora sarà più difficile aumentare il carico e la pressione», ha scritto.

Secondo Gerashchenko, la Verkhovna Rada dell’Ucraina deve tenere diplomatici, che rimangono nella federazione RUSSA, l’adozione di una legge sul servizio diplomatico. Ciò è necessario per rafforzare la loro garanzie sociali e di creare le condizioni giuste e protezione.

Inoltre, lei ritiene che il governo ucraino è necessario a livello di uno degli attuali vice-premier «consolidare il funzionario, che coordinerà il lavoro di tutti i dipartimenti per il sostegno e assistenza legale alle famiglie degli ostaggi e prigionieri politici, ucraini e tatari di crimea».

https://www.facebook.com/iryna.gerashchenko/posts/1668637533224053



Irina Gerashchenko ha riferito che la Russia continuerà a funzionare per diverse decine di diplomatici ucraini e consoli 30.03.2018

0
Март 30th, 2018 by