Johnson sulle reazioni della comunità internazionale per avvelenamento Скрипалей: Anni di provocazioni hanno portato il collettivo pazienza al limite

La russia con le sue provocazioni ha portato il «collettivo pazienza» della comunità internazionale al limite, ha detto il ministro degli esteri Britannico, Boris Johnson, 28 marzo al banchetto per stranieri di capi di missioni diplomatiche a Londra, commentando l’espulsione di diplomatici russi in tutto il mondo in risposta all’avvelenamento dell’ex agente dell’intelligence russa Sergei Skripal e di sua figlia. Trascrizione del discorso di Johnson è stato pubblicato sul sito del governo britannico.

A suo parere, queste espulsioni di diplomatici russi si sono verificati quando «anni di irritazione e di provocazione portato il collettivo la pazienza è al limite e quando in tutto il mondo, in tre continenti, paesi sentito la volontà di dire: «Basta, quindi, basta».

Johnson ha sottolineato che dopo l’annessione della Crimea, l’invasione Donbass, disastro MH17, attacchi informatici, i tentativi di realizzare un colpo di stato in Montenegro, il silenzio di attacchi con l’uso di armi chimiche in Siria, l’intervento di elezione del presidente degli stati UNITI «in un mondo diventato troppo un sacco di paesi che hanno sentito su di sé distruttivo e dannoso comportamento dello stato russo».

Il ministro ha aggiunto che questa settimana è giunto il momento, quando «il mondo ha deciso di dire «basta» утомляющему шквалу della menzogna e a valle путаниц».

«Sembra l’inizio di «Delitto e castigo», nel senso che siamo tutti sicuri di chi è la colpa, e l’unico problema è che, se si riconosce egli stesso o lo beccano», – ha detto Johnson.

4 marzo 2018 66 anni Skripal e i suoi 33 anni, figlia di Giulio, è stato ricoverato con i sintomi di avvelenamento in inglese di Salisbury.

L’inchiesta ha rivelato che durante l’attentato è stato utilizzato sviluppato in Russia nervino agente «Principiante». Il primo ministro Britannico, Theresa May, ha chiesto al Cremlino di spiegare quello che è successo fino a sera, 13 marzo, altrimenti Londra sarà considerato un incidente illegale l’uso della forza contro la Russia regno unito.

La posizione del regno unito ha sostenuto le autorità di Francia, stati UNITI, Germania, Australia e altri paesi.

Mosca ha rifiutato di rispondere all’ultimatum di Londra e ha chiesto di fornire campioni di sostanze, che hanno avvelenato Скрипалей.

14 marzo le autorità della gran Bretagna ha annunciato l’espulsione 23 diplomatici russi, e anche la sospensione previste contatti bilaterali con la federazione RUSSA. Il 17 marzo la Russia ha annunciato di persona non grata 23 diplomatici britannici.

Secondo le stime del canale televisivo CNN, il 28 marzo, diplomatici russi inviato altri 27 paesi, tra cui l’Ucraina.

NATO ritira anche l’accreditamento di sette rappresentanti russi, con l’Alleanza.




Johnson sulle reazioni della comunità internazionale per avvelenamento Скрипалей: Anni di provocazioni hanno portato il collettivo pazienza al limite 29.03.2018

0
Март 29th, 2018 by