Kerry: abbiamo un «piano B» in Siria.

Se non riesce a garantire la formazione di una reale transizione di governo del processo in Siria, gli stati UNITI passeranno a un piano alternativo di azione. Lo ha dichiarato il segretario di stato USA John Kerry, ha dichiarato: «Gordon» con riferimento alla Reuters.

«Dopo un mese o due vedremo quanto è grave questa transizione. Assad dovrà prendere una serie di decisioni sulla formazione di un reale governo di transizione di un processo. In caso contrario, riteniamo che il «piano B», ha detto Kerry.

L’agenzia sottolinea che il «piano B», probabilmente presuppone un atto di guerra.

I dirigenti del Pentagono e della Central intelligence agency (CIA) dubitano che la Russia rispetterà la tregua in Siria, e richiedono preparare un piano d’azione in caso di inadempienza degli accordi. Su questo riferisce il Wall Street Journal, citando fonti dell’amministrazione del presidente degli stati UNITI. Agenti di sicurezza offrono un maggiore sostegno per i militanti che combattono contro la siria, autorità, scrive NEWSru.com.

Secondo la pubblicazione, il capo del Pentagono Ashton Carter, il presidente del comitato dei capi di stati maggiori delle forze Armate degli stati UNITI Joseph Dunford e il capo della CIA, John Brennan recentemente passati incontri alla casa Bianca hanno detto «estremamente forti e valorosi punti di vista» nei confronti di Mosca e di esortati a «creare reali problemi russo».

Carter e Dunford, come previsto, guideranno le raccomandazioni ufficiali , Barack Obama, preparare il cosiddetto «piano B» in caso di inadempienza la Russia di tregua, affermano le fonti.

Il dibattito intorno a questo piano è già iniziata. La casa Bianca sta attualmente discutendo le opzioni di supporto di intelligence ai ribelli siriani, per aiutare l’opposizione di proteggersi dalle incursioni aeree russe.

In cui le varianti di pressione sulla Russia — l’introduzione di nuove sanzioni economiche. Allo stesso tempo, in amministrazione in dubbio che le potenze europee supporteranno questa offerta a causa di un interesse in relazioni commerciali con la federazione RUSSA.

Ricordiamo, lunedì 22 febbraio, in serata è stata diffusa una dichiarazione congiunta della federazione RUSSA e stati UNITI d’america, in cui si afferma che il regime di cessate il fuoco in Siria, che entrerà in vigore il 27 febbraio alle 00:00 (ora di Damasco).

Nella dichiarazione si sottolinea che i termini della tregua si applicano a tutte le parti in conflitto, ad eccezione terroristica «stato Islamico» e «Джебхат en-Нусра», e di altre organizzazioni terroristiche riconosciute tali dal Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite.

Il secondo turno межсирийских convention doveva partire a Ginevra sotto l’egida dell’ONU, il 25 febbraio, tuttavia, alla fine della scorsa settimana emissario segretario generale dell’ONU sulla Siria Стаффан de Mistura ha ammesso che iniziare la loro in questo giorno è impossibile.

23 febbraio-il presidente Siriano Bashar al-Assad ha nominato le elezioni parlamentari nel paese il 13 aprile del 2016. Nel corso della votazione saranno eletti due assemblee locali del parlamento. Il messaggio sull’assegnazione delle elezioni è apparso poco dopo si è appreso che gli stati UNITI e la Russia hanno raggiunto un accordo per il cessate il fuoco in Siria il 27 febbraio.




Kerry: abbiamo un «piano B» in Siria. 24.02.2016

0
Февраль 24th, 2016 by