La bielorussia ha citato in giudizio a causa della contrazione di Russia per la fornitura di petrolio e richiede di presentare una causa contro il capo Ufficio

La bielorussia ha citato in giudizio in merito alla riduzione delle forniture di petrolio russo. Lo ha detto il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko in un incontro con i rappresentanti del pubblico, bielorussi e resoconti dei MEDIA stranieri, trasmette APPRESO.

Lukashenko richiede di avviare un procedimento penale nei confronti del capo del Rosselkhoznadzor

«Disputa era esclusivamente per il gas. Hanno iniziato in violazione di tutti gli accordi taglio del petrolio. Ci siamo rivolti, naturalmente, in tribunale. Il processo sarà», ha detto Lukashenko.

Egli ha sottolineato che la Bielorussia e la Russia, due più cari del paese, e tali conflitti non devono avere luogo.

Lukashenko ha anche detto che la Bielorussia può fare a meno del petrolio russo, anche se sarà difficile.

«Senza petrolio russo ce la caveremo», — ha detto il capo dello stato.

Il presidente della Bielorussia ha dichiarato la mancanza di progressi nei negoziati con la Russia per la fornitura in Bielorussia di petrolio e gas.

«D’accordo fino a quando non sono riusciti a», — ha detto il capo dello stato.

Bielorussia 1 febbraio alzato le tariffe per il transito del petrolio russo in risposta alla riluttanza della federazione RUSSA di ridurre il costo del gas.

Gas controversia iniziata nel 2016, quando la Bielorussia unilateralmente deciso che il prezzo di 132 dollari per 1 mila metri cubi è ingiusta, e pagato combustibile russo intende 73 dollari per 1 mila metri cubi. In realtà, fu allora che la Russia e l’inizio di limitare la quantità di forniture di petrolio.

Il vice premier Russo Arkady Dvorkovich ha detto che il debito parte bielorussa è stimato in 550 milioni di dollari, ma i progressi nei negoziati di pagamento del gas in formula originale mancante. L’analista politico bielorusso Alexander Klaskovsky ritiene che la Bielorussia si prepara per la lunga opposizione, così come per Minsk questione dei prezzi del gas è fondamentale. Ma le relazioni russo-bielorusso, secondo Класковского, portano opaco carattere, e quindi è difficile prevedere la loro evoluzione.

Come è noto, il 1 ° febbraio, la Russia ha deciso di installare un confine di zona ai confini di Smolensk, Pskov e Bryansk regioni con la Bielorussia. Portavoce del ministero degli esteri della Bielorussia Maria Ваньшина ha detto che la Russia non ha avvertito la repubblica la sua decisione di farlo.

Lukashenko richiede di avviare un procedimento penale nei confronti del capo del Rosselkhoznadzor

Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko richiede dagli organi investigativi della repubblica di avviare un procedimento penale nei confronti primo Ministro Sergei Данкверта per analogia con il caso contro l’ex-direttore del «Bric» Vladislav Баумгертнера, passa «Interfax».

«Dobbiamo studiare la questione, Igor (il ministro degli interni Bielorussia Igor Шуневич — ndr) e di avviare un procedimento penale per Данкверту, come quando per Керимову e Баумгертнеру stato, per danni dello stato», — ha detto Lukashenko.

A suo parere, «tutti questi данкверты — le persone interessate, ognuno enormi patrimoni, sono essi stessi produttori di un prodotto». «O tetto», — ha detto.

Secondo il presidente, i produttori russi non possono competere per qualità con bielorussi. «Ora si capisce perché vengono installati ecco queste barriere», ha aggiunto Lukashenko.

Il presidente ha richiamato l’attenzione, che la Russia gli acquisti all’estero di circa 7 milioni di tonnellate di prodotti lattiero-caseari, Bielorussia durante questo fornisce poco più di 4 milioni di tonnellate. «Perché si blocca il bielorusso merce? Abbiamo anche bisogno di vendere per pagare per il petrolio e il gas», ha osservato.

Per quanto riguarda il problema delle forniture di prodotti alimentari in RUSSIA, dei paesi Occidentali, Lukashenko ha ricordato che con l’introduzione dell’embargo Russia non si consigliava con la bielorussia. Allo stesso tempo Minsk svolge le sue funzioni sul bordo esterno per prevenire l’illecita esportazione, ha sottolineato.

Il presidente ha sottolineato che la Bielorussia ha il diritto di fornire tali prodotti dopo la sua trasformazione. «In transito non ci stiamo concentrando», — ha detto il capo dello stato.

Tuttavia, come ha dichiarato Lukashenko, ci sono grigi della catena di fornitura «нечистоплотными commercianti», che «mai non rintracciabile». «Non è nemmeno mezzo punto percentuale, questo è minuscolo. Questo è stato e c’è sempre, ci stiamo lavorando», ha sottolineato.

Lukashenko ritiene che in grigio catene di fornitura della sanzione prodotti nella federazione RUSSA coinvolti doganieri russi. «Ne abbiamo fatti abbastanza», ha dichiarato.

«Sono d’accordo con i nostri, per prendere una miseria lì la merce, guidato, i soldi qui stesso comune, in rete consegnano», ha aggiunto.

«C’è il libero mercato, c’è nessuno che controlla, lì per i soldi tutto è possibile», — ha detto il presidente.

Secondo lui, ha trasmesso le informazioni su tali schemi guida della Russia, ma la reazione non è stata seguita.




La bielorussia ha citato in giudizio a causa della contrazione di Russia per la fornitura di petrolio e richiede di presentare una causa contro il capo Ufficio 03.02.2017

0
Февраль 3rd, 2017 by