La casa bianca ha spiegato la posizione di Trump per sanzioni: nessuna cancellazione prima di ritorno della Crimea Ucraina non sarà

Il portavoce della casa Bianca, il portavoce del presidente degli stati UNITI Donald Trump Sean Spicer ha chiarito la posizione di Washington relativamente a un infermiere. Il suo annuncio è sullo sfondo di un passaggio di senatori degli stati uniti, che hanno introdotto un disegno di legge, che impedisce qualsiasi soluzioni di Donald Trump di annullamento delle sanzioni contro la federazione RUSSA, passa NEWSru.com con riferimento all’agenzia Reuters.

«Credo che il rappresentante permanente degli stati UNITI presso le nazioni unite Haley chiaramente espresso all’ONU la nostra posizione. Finché la Russia non se ne andrà dalla Crimea, queste sanzioni non saranno prese in considerazione», — ha sottolineato Spicer.

Il discorso del nuovo ambasciatore degli stati UNITI presso le nazioni unite, a cui ha fatto riferimento il portavoce della casa Bianca ha espresso la scorsa settimana durante il primo discorso di Nikki Haley nel consiglio di sicurezza.

«I nostri sanzioni in relazione con la Crimea saranno in vigore fino a quando la Russia non restituirà il controllo della penisola Ucraina, — ha sottolineato ha detto. — Mi dispiace, ma nel suo primo discorso pubblico devo condannare le azioni aggressive in Transcarpazia. Vogliamo davvero migliorare le relazioni con Mosca, ma terribile situazione nella parte orientale dell’Ucraina richiede da noi una chiara e forte condanna delle azioni della Russia».

Solidale con Hayley posizione espressa dal rappresentante del regno unito Matthew Райкрофт. Il rappresentante permanente della Russia Vitaly Churkin, a sua volta, ha trovato che la risposta a ciascuno di avversari: Haley, ha ricordato i risultati del referendum, che, secondo lui, chiaramente hanno rispecchiato la volontà del popolo, e Райкрофту — annessa al regno unito territori.

In precedenza, mercoledì 8 febbraio, sei senatori guidati da un repubblicano Lindsey Graham, senatore della Carolina del Sud, e democratico Ben Cardin, senatore del Maryland, hanno contribuito all’esame del Senato il disegno di legge, che per rafforzare il controllo del congresso sopra l’amministrazione del presidente degli stati UNITI Donald Trump e lasci la sua decisione di annullare le sanzioni contro la Russia.

La legge richiede dalla casa Bianca fornire un rapporto dettagliato che, per qualsiasi motivo, vengono annullate le sanzioni, quindi entro 120 giorni il congresso voterà a favore o contro questa decisione. Nella stesura del documento hanno partecipato membro della Commissione affari esteri del Senato Marco Rubio, e anche democratici Claire Mccaskill dal Missouri, Sherrod Brown da Ohio e il repubblicano John Mccain dell’Arizona.

Come spiegato in precedenza, Cardin, se il congresso non è d’accordo con la decisione di Trump rimuovere le restrizioni nei confronti di Mosca, in questo caso, i senatori e deputati «avrà la possibilità di intraprendere azioni da una persona di potere legislativo», tra cui a prendere una risoluzione congiunta che proibisce l’annullamento di un infermiere.

Negli stati UNITI sono preoccupati per la possibilità di ripristinare le relazioni diplomatiche di Washington a Mosca, nonostante la Crimea e gli attacchi informatici. I senatori ritengono che questa legge permetterà di neutralizzare la minaccia prematura cancellazione di sanzioni.

Ricordiamo che Trump nel mese di gennaio ha messo la condizione di revoca delle sanzioni contrazione di Russia arsenale nucleare, dopo che negli stati UNITI ha informazioni su pronto un progetto di decreto che annulla le sanzioni.




La casa bianca ha spiegato la posizione di Trump per sanzioni: nessuna cancellazione prima di ritorno della Crimea Ucraina non sarà 09.02.2017

0
Февраль 9th, 2017 by