La CIA ancora ritengono che la Russia è intervenuta l’elezione del presidente degli stati UNITI

Nella Central intelligence agency (CIA) degli stati UNITI credono ancora che la Russia è intervenuta l’elezione del presidente degli Stati Uniti, ha riferito l’ufficio di rappresentanza edizione di The Hill.

Secondo la fonte, il direttore della CIA Mike Pompeo «supporta e sempre sostenuto» le conclusioni della comunità di intelligence, promulgata nel gennaio 2017 dal titolo «Valutazione della attività e intenzioni alle ultime elezioni negli stati UNITI».

«La valutazione di intelligence quanto riguarda l’intervento della Russia in le elezioni non è cambiata», ha dichiarato un portavoce della CIA.

11 novembre, il presidente degli stati UNITI, Donald Trump, dopo un incontro con il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin ha detto che crede il suo rassicurazioni sul fatto che la Russia non è intervenuta in elezioni americane.

Nel mese di ottobre 2016 governo degli stati UNITI ha ufficialmente accusato la Russia in violazione dei server americani partiti, nonché di intervenire nel processo delle elezioni presidenziali nel paese. Al Cremlino queste accuse chiamato «nonsense».

Il 10 dicembre la CIA è giunto alla conclusione che la Russia è intervenuta in elezioni presidenziali negli stati UNITI con lo scopo di aiutare il candidato del partito Repubblicano Donald Trump conquistare il rappresentante del partito Democratico, Hillary Clinton. L’altoparlante del Cremlino Dmitry Peskov ha definito tali accuse «osceno».

In un rapporto pubblicato nel mese di gennaio 2017 rapporto dell’intelligence americana, afferma che il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin personalmente ordinato di lanciare una campagna per l’intervento in elezione degli stati UNITI.




La CIA ancora ritengono che la Russia è intervenuta l’elezione del presidente degli stati UNITI 12.11.2017

0
Ноябрь 12th, 2017 by