La cina ha avvertito gli stati UNITI circa il rischio di scoppio della guerra nel mar Cinese Meridionale

Il comandante navale della Cina ammiraglio Wu Shengli ha dichiarato l’esistenza del rischio che «un lieve incidente» può portare a l’inizio di una guerra a causa di provocatorio azioni degli Stati Uniti nel mar Cinese Meridionale, trasmette l’agenzia Reuters. Il generale cinese fatto con questa dichiarazione, alla vigilia di una videoconferenza con un americano, l’ammiraglio John Richardson, scrive NEWSru.com.

La cina non riconosce la decisione della corte di arbitrato dell’Aia sul controverso isole

Gli ufficiali hanno condotto le trattative per prevenire i conflitti dopo americano missile distruttore Lassen entrato a 12 miglia la zona di isole artificiali Nansha (Spratly) nel controverso zona del mar Cinese Meridionale, nonostante le proteste di Pechino.

«Tali azioni degli stati UNITI hanno messo in pericolo la sovranità e la sicurezza della Cina, ha causato danni per la pace e la stabilità nella regione», ha detto Wu Shengli.

«Se la parte americana continuerà a commettere tali pericolosi e azione provocatoria, MARINA e AERONAUTICA due stati possono essere in una situazione di emergenza, fino a «colpi involontari durante la pulizia di un fucile», — ha dichiarato l’ammiraglio cinese.

Come spiega il fatto quotidiano, il capo dell’esercito ha usato cinese идиому, per descrivere l’incidente inatteso, che porta a conseguenze impreviste.

Il potere della Cina ha dichiarato di protesta a causa di movimenti di cacciatorpediniere Lassen martedì scorso. Il Pentagono ha confermato il fatto di condurre operazioni nel mar Cinese Meridionale. E il segretario alla difesa Ashton Carter ha sottolineato che tali operazioni Washington intende svolgere «nelle prossime settimane e mesi».

Il capo del Pentagono ha spiegato che gli stati UNITI saranno di pattugliare una determinata zona, così come nessuna violazione del diritto internazionale, tali azioni non portano.

Conformemente al diritto internazionale? governo delle acque territoriali di un paese si applicano a 12 miglia dalla costa. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti ritengono che una simile regola non si applica per le isole artificiali.

La cina non riconosce la decisione della corte di arbitrato dell’Aia sul controverso isole

Cina nel corso di pochi decenni, sta polemica con molti paesi della regione intorno territoriale da una serie di isole nel mar Cinese Meridionale, su una mensola di cui sono stati rilevati importanti riserve di idrocarburi. Si tratta di un arcipelago di Сиша (Paracel islands), isole Nansha e Хуанъянь. Tali aree, oltre alla Cina, con la pretesa Vietnam, Brunei, Malaysia e Filippine.

Con la fine del 2013, la Cina spende su larga scala di impianti e opere edili di ampliamento e di sviluppo gestiti lui territori, che è causa di critiche da parte di alcuni paesi della regione del Pacifico. Sulle singole isole artificiali Cina ha costruito una pista di atterraggio, fari e altri oggetti.

Pechino non ammette soluzioni tribunale arbitrale Internazionale dell’Aia, che riguarderà la giurisdizione territoriale delle isole nel mar Cinese Meridionale, ha detto il vice ministro degli esteri CINESE Liu Чжэньминь. In precedenza citato in Cina alla corte di fatto Filippine.

«Questo dimostra che l’obiettivo delle Filippine, возбудивших caso, non è la risoluzione delle controversie. Il loro obiettivo è quello di raggiungere la negazione dei diritti della Cina nel mar Cinese Meridionale e approvare i propri diritti nel mar Cinese Meridionale», ha detto il diplomatico ai giornalisti, al quale cita «Interfax».

PRC boicotta il sistema giudiziario su questo argomento e non riconosce i diritti della corte arbitrale nella sua decisione. Costante camera di commercio del tribunale arbitrale giovedì ha deciso di diffondere la propria giurisdizione sulla controversia tra la Cina e la Cgil.

Il 26 maggio, la Cina ha pubblicato una nuova strategia militare, secondo la quale la forza navale del paese si prevede di trasferire gradualmente da «protezione esclusivamente dei territori costieri» misto a garantire la sicurezza nelle zone costiere e in mare aperto.




La cina ha avvertito gli stati UNITI circa il rischio di scoppio della guerra nel mar Cinese Meridionale 30.10.2015

0
Октябрь 30th, 2015 by