La commissione delle nazioni unite ha raccolto prove sufficienti per il riconoscimento di Assad colpevole di crimini di guerra

La commissione internazionale delle nazioni unite per indagare sulle violazioni dei diritti umani in Siria ha raccolto prove sufficienti per riconoscere presidente Bashar al-Assad colpevole di crimini di guerra, lo ha detto il portavoce della commissione Carla del Ponte, riferisce Reuters.

La scorsa settimana del Ponte ha detto che lascia la commissione a causa della mancanza di risultati e l’incapacità del Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite di istituire un tribunale speciale per la Siria, che potrebbe condannare i criminali di guerra.

Secondo lei, per la condanna di Assad raccolto prove sufficienti, tuttavia, il caso è improbabile che arrivi in tribunale.

Del Ponte ha ricordato che la Russia il suo diritto di veto blocca il tribunale sopra la guida di Siria, che la comunità internazionale sospetta di crimini di guerra contro il suo popolo.

Il conflitto militare in Siria è in corso dal 2011. In combattimento partecipano le forze di governo, l’opposizione, gli islamisti radicali, i curdi e altre forze. Una parte significativa dello stato controllano i militanti dell’ISIS.

Le organizzazioni internazionali hanno ripetutamente accusato il regime del presidente Assad in applicazione severa, tra cui, di armi chimiche, ma le autorità siriane è negato. L’ultima volta che il presunto attacco chimico è stato effettuato nella provincia di Idlib.




La commissione delle nazioni unite ha raccolto prove sufficienti per il riconoscimento di Assad colpevole di crimini di guerra 13.08.2017

0
Август 13th, 2017 by