La corte ha deciso di tornare Martynenko passaporti

Solomensky corte distrettuale di Kiev ha accolto la richiesta della difesa dell’ex deputato del «fronte Popolare» di Nicola Martynenko e ha annullato l’obbligo di cedere il suo passaporto per viaggiare all’estero. Informa l’agenzia UNN con riferimento al rappresentante Specializzata anticorruzione della procura.

Secondo lui, dopo la presentazione di un decreto del tribunale Martynenko deve restituire il passaporto.

L’avvocato Martynenko Tatiana Черезова ha detto «la verità Ucraino», che la protezione обосновывала petizione in primo luogo la mancanza di rischi, che l’ex vice del popolo filasse, per viaggiare al di fuori dell’Ucraina.

Si è osservato che i Martynenko «c’è la necessità di rappresentare il Centro Razumkov a vertici internazionali, ma anche la necessità di una visita in Svizzera Confederazione per proteggere i loro diritti nel procedimento penale, mirror procedimento penale NABU».

Черезова ha aggiunto che la decisione della corte è definitiva e non può essere contestata.

Martynenko sospettato di abusi durante l’esecuzione del contratto di compravendita di uranio concentrato per l’impresa pubblica «l’Orientale gok» attraverso la società austriaca Steuermann e appropriazione indebita di proprietà di imprese statali «Energoatom».

Secondo il capo di PSA Nazar Холодницкого, ex vice del popolo rischia fino a 12 anni di reclusione.

22 aprile Solomensky corte distrettuale di Kiev ha scelto una misura di prevenzione Martynenko in forma personale. Per lui schierati 18 politici.

L’ex vice obbligati a segnalare un cambio di residenza, essere chiamate per lo svolgimento di indagini e di astenersi dalla comunione con un numero di individui presenti nei materiali sospetti.




La corte ha deciso di tornare Martynenko passaporti 07.12.2017

0
Декабрь 7th, 2017 by