La corte in Germania ha respinto il ricorso di limitare l’accesso di «Gazprom» al gasdotto OPAL

Il tribunale di Düsseldorf ha deciso il 28 luglio, che le ragioni per limitare l’accesso della società russa «Gazprom» alla tedesca gasdotto OPAL no, riferisce Reuters.

Pertanto, respinto il reclamo aziende polacche, depositata nel mese di dicembre 2016.

Querelanti non è riuscito a dimostrare danni irreversibili, che vi da accesso facilitato «Gazprom» alla capacità di OPAL, si legge nel messaggio.

La corte non ha ancora rilasciato il testo integrale della decisione.

Nel mese di ottobre 2016 la commissione Europea ha revocato il divieto per la possibilità di utilizzare il monopolista russo capacità del gasdotto OPAL, in cui il gas russo viene fornito in Germania e repubblica Ceca.

Il 10 novembre il ministero degli esteri dell’Ucraina ha riferito che l’autorizzazione della Commissione europea di aumentare il pompaggio di gas russo attraverso il gasdotto OPAL bypassando l’Ucraina è una violazione dell’Accordo di associazione tra l’Ucraina e l’unione Europea.

Le aziende polacche PGNiG e PGNiG Supply & Trading di fatto questa decisione attraverso azioni legali nel tribunale di Düsseldorf e alla corte europea di giurisdizione generale in Lussemburgo, che ha sospeso la decisione della Commissione europea nel mese di dicembre 2016.

La scorsa settimana il tribunale di Lussemburgo ha rifiutato polacco aziende per l’imposizione di misure restrittive, informa la Reuters.

27 marzo «Naftogaz Ucraina» ha chiesto alla corte Generale dell’unione Europea in Lussemburgo, con reclamo alla commissione Europea, chiedendo di annullare la decisione del 28 ottobre 2016 per quanto riguarda l’espansione della capacità del gasdotto OPAL.




La corte in Germania ha respinto il ricorso di limitare l’accesso di «Gazprom» al gasdotto OPAL 31.07.2017

0
Июль 31st, 2017 by