La domanda di dichiarazioni elettroniche per gli attivisti Parlamento può prendere in considerazione il 3 aprile

Presidente della Verkhovna Rada Andrea Paruby proposto di prendere in considerazione la domanda di annullamento obbligatoria la dichiarazione elettronica per gli attivisti di organizzazioni pubbliche la prossima settimana. Questo riporta il sito del parlamento.

Secondo Paruby, questa domanda parlamentari dovrebbero prendere in considerazione il 3 aprile all’inizio della riunione.

«Oggi, durante la riunione i presidenti e i rappresentanti delle fazioni e gruppi del parlamento hanno concordato, che si terranno il lavoro nelle sue frazioni, per siamo usciti insieme per una soluzione positiva», – ha detto il presidente.

Secondo il calendario di questa settimana i deputati lavorano con gli elettori, la prossima riunione plenaria si terrà il 3 aprile.

Oggi il commissario europeo per la politica di vicinato Johannes Hahn ha criticato Kiev per quello che è obbligatoria la dichiarazione elettronica attivisti non hanno cancellato.

Il presidente dell’Ucraina Poroshenko ha invitato i deputati del popolo «sentire il ragionamento della società civile, i partner, i capi di stato e di prendere una decisione responsabile di annullamento della dichiarazione elettronica».

23 marzo 2017 il Parlamento ha votato in seconda lettura e, in generale, per il disegno di legge n. 6172, affidando membri di organizzazioni pubbliche con 2018 alimentazione componenti della dichiarazione dei redditi. 27 marzo Poroshenko ha firmato le modifiche alla legge sull’e-dichiarazioni.

Il 22 marzo, il Parlamento ha respinto il disegno di legge n. 8120, che proponeva l’abolizione di entrata in vigore della norma sull’obbligo di dichiarazione elettronico per gli attivisti delle organizzazioni sociali nel 2018.

Il termine per la presentazione elettronica delle dichiarazioni scade il 1 aprile.




La domanda di dichiarazioni elettroniche per gli attivisti Parlamento può prendere in considerazione il 3 aprile 29.03.2018

0
Март 29th, 2018 by