La rivista Playboy ha cancellato la sua pagina in Facebook

La rivista Playboy ha cancellato la sua pagina di Facebook dopo lo scandalo con la perdita dei dati personali degli utenti del social network. Lo afferma in una dichiarazione il giornale, pubblicato sul sito web PR Newswire.

«Le ultime notizie sulla presunta unresponsible circolazione con i dati degli utenti di Facebook ci hanno convinto a sospendere l’uso della piattaforma attualmente», si legge in un comunicato della pubblicazione.

In Playboy ha sottolineato che le pagine edizione in Facebook è stato di circa 25 milioni di iscritti e l’edizione non vuole mettere in pericolo i loro dati personali in un social network.

Lo scandalo che circonda la probabile perdita di dati degli utenti di Facebook esce il 19 marzo. Il canale televisivo Channel 4 News girato con telecamera nascosta la conversazione con il capo della società britannica di Cambridge Analytica Alessandro Никсом, che ha ammesso che più di 200 volte ha influenzato le campagne elettorali in tutto il mondo.

Per la prima volta circa la possibile applicazione di Cambridge Analytica metodi di psicometria ha scritto nel mese di dicembre 2016 svizzero rivista Das Magazin. La società ha cercato di simulare le preferenze degli utenti di social network, mostrando loro le pubblicità politica.

Il quotidiano The New York Times ha riferito che il Cambridge Analytica nel 2016 ha raccolto i dati personali di 50 milioni di utenti di Facebook.

Capo di una società di Facebook Mark Zuckerberg ha promesso che il lavoro del social network migliorare per una migliore protezione dei dati personali degli utenti. Ha anche comprato pubblicità domenicali sui giornali britannici, per portare le scuse per l’eventuale perdita di dati.

Secondo i MEDIA americani, Zuckerberg 19-20 marzo ha perso $6,7 miliardi di a causa di informazioni, che Cambridge Analytica potrebbe influenzare le scelte degli stati UNITI con l’aiuto delle informazioni sugli utenti del social network.




La rivista Playboy ha cancellato la sua pagina in Facebook 28.03.2018

0
Март 28th, 2018 by