La turchia ha affermato di distruzione di più di 800 i terroristi nell’ambito dell’operazione «ramo d’ulivo»

A partire dalla mattina del 2 febbraio, nell’ambito dell’operazione «ramo d’ulivo» in siriaco Afrin i militari turchi hanno distrutto 823 terrorista. Informa l’agenzia «Anadolu» con riferimento ai dati di stato Maggiore delle forze armate della Turchia.

In precedenza, lo stato maggiore ha dichiarato di 597 neutralizzati film d’azione.

Le autorità hanno sottolineato che la montagna Африна rappresentano un naturale rifugio per i terroristi, dando loro la possibilità di liberamente bombardare la città turca di Kilis (capoluogo dell’omonima provincia) e la maggior parte del territorio della provincia di Hatay.

La turchia ha lanciato un’operazione militare «ramo d’ulivo» in siriaco Afrin 20 gennaio.

Il 23 gennaio il ministro della difesa degli stati UNITI James Мэттис ha detto che l’azione militare della Turchia contro i curdi nel nord-ovest della Siria distraggono da sforzi internazionali volti a distruggere il terrorismo di raggruppamento «stato Islamico».

27 gennaio il capo del dipartimento della sanità Африн Angela Ришо ha detto che con l’inizio turca di un’operazione militare nella regione morirono 89 civili e 198 ha ricevuto ferite.

I curdi, il cui numero oggi raggiunge i 30 milioni di persone che risiedono sul territorio della Turchia, della Siria, dell’Azerbaigian e dell’Iraq. Per tutto il XX secolo hanno cercato di ottenere l’indipendenza nazionale. Le autorità turche credono creazione di uno stato curdo o autonomia valido. Partito dei lavoratori del Kurdistan in Turchia è stata inserita nella lista delle organizzazioni terroristiche.




La turchia ha affermato di distruzione di più di 800 i terroristi nell’ambito dell’operazione «ramo d’ulivo» 02.02.2018

0
Февраль 2nd, 2018 by